Frammenti

Frammenti tratti da alcuni libri e siti che hanno lasciato un segno tangibile nella scelta del mio sentiero



Se scegli di amare una donna sulla via del risveglio, sai che stai entrando in un territorio nuovo e impegnativo.
Se scegli di amare una donna sulla via del risveglio, non puoi rimanere addormentato.
Se scegli di amare una donna risvegliata, ogni parte di te sarà coinvolta, non solo i tuoi organi sessuali, sai che anche il tuo cuore sarà chiamato a partecipare.
Se preferisci una vita senza scosse, una vita che non impegna ogni parte di te, ti consiglio di star lontano dalle donne sulle via del risveglio.
Se vuoi una vita addomesticata, non cercare una donna selvaggia.
Se desideri immergere solo la punta del piede nelle acque fluenti del fiume Shakti, non cercare il potere della donna risvegliata.
E' comodo amare una donna che non conosce i suoi sacri poteri, non farà leva sui tuoi luoghi bui.
Non sarà una sfida per te.
Non ti spingerà a divenire il tuo più alto Sè.
Lei non risveglierà i pezzi dimenticati del tuo spirito e non ti incoraggerà a ricordare che nella vita c'è molto più di questo.
Non guarderà nei tuoi occhi stanchi inviando in essi un lampo di risveglio.
Una donna che non conosce i propri poteri sarà una compagna molto comoda per il tuo ego, cuore e corpo.
Camminerà accanto a te e tu sentirai di stare pienamente compiendo il tuo ruolo di uomo virile.
Se questo è abbastanza per te, allora amala con tutto il cuore e ringraziala ogni giorno per il dono della sua presenza mite, non minacciosa, non pericolosa.
Se questo però non è abbastanza per te, se il tuo cuore, spirito e corpo chiedono l'incontro con la donna selvaggia, allora devi sapere che la tua anima sarà trasformata.
Sappi che la scelta che stai compiendo è importante.
Se scegli di entrare nell'aura e nel corpo di una donna i cui fuoco spirituale è ardente esiste un certo livello di pericolo e rischio, il pericolo di crescere.
Una volta che scegli di amare una donna risvegliata, ti assumi la responsabilità per i cambiamenti che avverranno nella tua vita.
Non potrai dormire nella tua zona di comfort tutto il tempo.
Non potrai rimanere bloccato nei vecchi schemi e nelle routines stagnanti.
La tua vita assumerà un sapore e un profumo completamente nuovi.
Avrai accesso al femminile selvaggio, esso inizierà ad inviare onde d'urto potenti ai tuoi chakra, onde di luce e ti chiederà di sintonizzarti alla tua chiamata Divina.
Per scegliere di essere il compagno di una donna selvaggio è necessario coraggio, il coraggio virile di camminare verso l'ignoto.
Lei ti porterà in regni sconosciuti pieni di magia.
Lei ti condurrà nei boschi selvaggi dell'estasi sensuale e della meraviglia.
Lei ti mostrerà cieli sacri pieni di stelle che ti chiederai se stai ancora vivendo sullo stesso pianeta dove sei nato.
Lei si fiderà di te.
Lei ti accetterà.
Lei apprezzerà ogni tuo sforzo per renderla felice.
Lei parlerà con parole che la tua anima conosce.
E' un grande rischio amare una donna risvegliata, perchè improvvisamente non avrai alcun posto dove nasconderti.
Amare una donna così, è vivere con l'anima in fiamme.
La tua vita non sarà più la stessa.
Se accetti questo rischio, se scegli di amare una donna sulla via del risveglio, non fare un solo passo indietro, perchè rischieresti di passare la vita a sognare il femminile selvaggio, i cieli pieni di stelle e galassie lontane.

Sophie Bashford





(N.b: Alcune pratiche vanno intese sotto il profilo spirituale e possono essere comprese nella loro totalità solo dopo un lungo percorso di conoscenza fisica e mentale.
Per evitare che alcuni argomenti "forti" possano violare la vostra sensibilità, ho preferito inserire proprio in questi un codice identificativo in lettere all'inizio del post.
Esso è A.P.A (Argomentazione Percorso Avanzato)



Danzare è il percorso più veloce, più diretto alla verità - non certo una verità grande che appartiene a tutti, ma quella che si trova scendendo al livello personale, quella del cosa-mi-sta-succedendo-proprio-in-questo-istante. È questo il tipo di verità che possiamo raggiungere. Noi danziamo per recuperare la nostra capacità di perderci in qualcosa di più grande, qualcosa di sicuro, uno spazio senza un critico, un giudice o un analista.

Noi danziamo per innamorarci dello spi...rito che è in ogni cosa, per cancellare la memoria di quel che ci ha fatto male o trasformarla in movimenti che nessun altro può fare perché nessuno ha vissuto la nostra personale esperienza. Danziamo per connetterci al vero genio che osserva in silenzio dietro tutta la merda - per cercare rifugio nella nostra originalità, e nel nostro potere di reinventare noi stessi, per lasciar andare il passato, dimenticare il futuro e perderci nel movimento arcaico dei piedi. Ti ricordi quando avevi quindici anni, impossessata dal ritmo, eccitata dalla musica che pulsava a un volume così altro da coprire ogni cosa?

Il ritmo è un amante che non ti delude mai ma che, come tutti gli amanti, ti chiede di lasciarti andare al 100%. Ha il potere di sedurre movimenti che non avremmo mai sognato. Ti afferra per la pancia, ti rivolta dentro e fuori e ci lascia improvvisamente a mendicarne ancora.. di "quella roba lì". Amiamo i ritmi che ci fanno muovere più velocemente di quanto avessimo mai immaginato, ritmi che portano sempre più dentro di noi, che rompono i muri e che ci fanno sudare le nostre preghiere. La preghiera è il movimento. La preghiera è offrire in restituzione alla danza le nostre ossa.

La preghiera è lasciare andare qualsiasi cosa impedisce il nostro silenzio interiore. Dio è la danza e la danza è la via alla libertà e la libertà è il nostro lavoro sacro.

Noi danziamo per sopravvivere, e il ritmo ci offre segnali colorati per trovare la strada attraverso il caos che è il ritmo dei nostri tempi. Noi danziamo per cambiare pelle, piangere le nostre maschere, incrinare i nostri modelli e sperimentare la frantumazione dei confini tra il corpo, il cuore e la mente, tra i generi e le generazioni, tra le nazioni e i nomadi. Noi siamo la generazione in transizione.

Questa è la nostra danza.

Gabrielle Roth




Dialogo tra il curandero Tata Sabino e Lara - Tratto dal libro "La donna dalla coda d'argento".


A.P.A"...Sono convinto che in questo periodo così difficile per l'umanità, ci sia la disperata esigenza che una donna-dea, con la sua alchimia, cambi il cuore materialista dell'uomo, la sua zavorra animalesca che lo precipita verso la sua distruzione e lo innalzi invece verso il divino.
Parte di questa formula alchemica è l'irresistibile potenza dell'energia sessuale usata nell'amore, altra parte è la sapienza e la conoscenza come riaffermazione dell'antico sapere.
Tu stai compiendo questo cammino: abbiamo urgente bisogno di donne come te...
Per fare questo grande passo e trasformarti così in una dea dell'amore, sarà necessario lavorare per risvegliare i tre anelli, che generano alchimia insieme all'energia sessuale nell'amore, collocati all'interno del canale vaginale...
Il primo è in relazione con la riproduzione della razza e con la salute del corpo fisico in generale.
Il secondo anello è in relazione con le sfere del pensiero, le idee, i sentimenti e la volontà. Ma è il terzo anello il più importante perché è in relazione con lo spirito divino dell'uomo...
Dovremo muovere l'anergia sessuale che si è addormentata nell' amarucancha disse indicando l'osso sacro.
Se la svegli, questa energia scorrerà attraverso i sottili canali che, partendo dalla colonna vertebrale, si espandono in tutto il corpo.
Quando questa energia arriva con forza continua alla testa, si produce un'aureola di luce: gli esseri umani non possono vederla con la semplice vista, perché questa luce è invisibile agli occhi fisici.
Ma quei pochi umani con la doppia vista possono vederla: è una luce bianca azzurrina o rosso dorata."

"Come lavora questa aureola di luce negli altri?" chiese Lara molto curiosamente.

"L'importanza della pratica dell'Illariy sta nell'imparare a sviluppare la capacità di creare un'onda positiva di energia che, attraverso la sua irresistibile vibrazione d'amore, influenzi l'ambiente portando serenità e armonia alle persone che sono in quel luogo."
L'energia sessuale attraverso il sesso, le spiegò, ha quattro livelli di espansione.
Ogni essere umano dovrebbe conoscerli e praticarli tutti, altrimenti non potrà avere quell'aura magnetica che attrae dolcemente gli altri.
Per una donna è fondamentale che sappia come passare da un livello all'altro, arrivare fino al quarto per produrre questa luce e calore, per ottenere l'espansione dell'amore.

"Quali sono questi quattro livelli?" chiese Lara interessata.

"Il primo livello della sessualità è molto materialista, quasi animalesco, ed è legato alla riproduzione. Tutti noi, esseri umani, siamo venuti sulla terra perché i nostri genitori, nell'esplorazione di questa tappa, riuscirono a creare un nuovo essere.
In questa tappa la riproduzione è fisica, mentale e spirituale perché, quando un uomo e una donna si uniscono, l'uomo feconda con il seme la terra della donna, ma la donna feconda con l'idea la mente dell'uomo. E' come dire: la terra si unisce con il cielo.
Così avviene la creazione del nuovo essere.
Questa tappa è istintiva ed è insita profondamente nell'essere umano. Tutti, prima o poi, sentiamo il desiderio di accoppiarci per poter perpetuare la specie."

"Mi sembra una considerazione molto volgare" disse Lara.

"Non c'è niente di disprezzabile in questo, la natura è così."

"Ma io non lo farei senza amore."

"Lasciamo l'argomento amore per un'altra occasione" disse il curandero, e lascia che ti spieghi il secondo livello.
L'energia sessuale permette di muovere ondate di energia durante l'amplesso.
La sensazione ondulatoria di questa energia provoca piacere o dolore nell'uomo e nella donna.
Per questo il secondo aspetto del sesso è in relazione con lo svago o la sofferenza, perché non tutti gli esseri umani si accoppiano per riprodursi: molti lo fanno perché vogliono ottenere il piacere, che a volte, però, si trasforma in dolore.
Per piacere, uomini e donne possono anche deviare rispetto al loro cammino, lasciare il proprio compagno, essergli infedele o fare dell'atto sessuale un martirio. Per questo fine la natura si avvale di un meccanismo che muove l'attività sessuale: il desiderio, perturbatore, perché ambivalente, meraviglioso e temibile.
Come controparte al desiderio, la natura ha posto la soddisfazione.
"L'essere umano ha bisogno di una grande forza di volontà per opporsi alla forza anarchica degli stimoli erotici.
Il desiderio sessuale, specialmente quello maschile, può soltanto calmarsi per poi risorgere indenne.
La soddisfazione infatti non lo elimina.
Il piacere non cancella il desiderio, perché appaga momentaneamente quello fisico, non il desiderio mentale che è illimitato.
L'essere umano utilizza tutta la sua intelligenza per soddisfare il desiderio, che diventa necessità: in tal modo diventa creatore..."
Il terzo livello è legato alla salute e alla vitalità. Il sesso viene utilizzato per scaricare le tensioni emotive o mentali accumulate dall'individuo nella vita quotidiana. Paura, ira, insicurezza, traumi, dolore, disperazione, solitudine trovano nel sesso la loro valvola di sfogo emotiva.
Altrimenti l'individuo diventerebbe aggressivo e, se si reprimesse per molto tempo, potrebbe ammalarsi.
A questo livello la forza dell'amore lotta contro le forze della morte...
Quando un uomo e una donna si accoppiano, seguendo determinate norme, stimolano le funzioni vitali di tutto il corpo. Nel pene e nella vagina ci sono i terminali nervosi di tutti gli organi interni: stomaco, intestino, reni, cuore, polmoni, fegato, pancreas. E' tutto lì.
Quando l'uomo e la donna eseguono l'atto sessuale in modo sapiente, possono stimolare alcuni o tutti i loro organi.
Se lo fanno con ignoranza, o non sanno accoppiarsi perfettamente, possono provocare squilibri nel corpo.
La conoscenza del sesso a questo livello, può aiutare le persone a mantenere il loro equilibrio...e insegnarci il cammino verso la spiritualità...
Nel quarto livello sessuale, l'essere umano dirige maggiore energia verso il senso del tatto, il più diffuso nel corpo, e connette il plesso sacro, dove si trovano le ghiandole sessuali, con il plesso frontale, dove si trova la ghiandola pineale.
La circolazione dell'energia in un ambiente di amore e comprensione connette l'uomo e la donna con la Mente Universale.
A questo livello, l'atto sessuale è una celebrazione cosmogonica, nel corso del quale l'uomo contempla nella donna la dea, mentre la donna contempla nell'uomo il divino.
Così la coppia si avvicina alla dea e al dio, perché questi vivono nell'atto della creazione, all'origine della vita.
L'atto sessuale, in questa tappa, deve essere accompagnato da un atteggiamento mentale preciso, come quando ci si prende cura di un tempio sacro.
Il climax è il momento nel quale siamo più vicini al Sublime Supremo.
Qui ci trasformiamo in esseri divini, ci purifichiamo con l'intero universo e diventiamo un tutt'uno con questo; trascendiamo il fisico, entriamo nell'etereo, nell'estasi eterna.
Attraverso il sesso, l'uomo può conoscere la sua compagna e la donna il suo uomo. Questa conoscenza profonda porta a entrambi la comprensione, li unisce nell'amore, riesce a illuminarli e a liberarli dai legami terreni, li trasforma in esseri cosmici..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)


"...Per essere una vera donna, è necessario non avere paura, ma essere libera e saggia. Non essere un soggetto vittima di basse passioni o di una sessualità egoista, possessiva, manipolatrice e repressiva.
L'incontro intimo tra un uomo e  una donna è sacro, se si procede con l'energia che muove il cuore, altrimenti genera solo sofferenza e dipendenza.
La sessualità sbagliata e turbata ci porta alla perdizione, mentre la sessualità sacra unifica lo spirito frammentato e dualista.
Sopra tutte le regole morali ci dice che noi siamo dèi..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



A.P.A"...Il sesso vissuto con conoscenza e amore permette alla coppia di entrare nell' iperspazio,di visitare e conoscere le altre dimensioni della natura.
Il sesso è uno strumento per comprendere i grandi misteri dell'universo, per dirigersi verso altri mondi, visitare altre dimensioni, viaggiare nel tempo e nello spazio, nel futuro o nel passato come facevano i nostri avi. Per questo è necessario conoscerlo se desideriamo evolverci.

"Sesso e sessualità sono la stessa cosa?" chiese Lara.

"No, il sesso è un'energia che si trova in tutte le forme di vita: è naturale, è vitale.
La sessualità invece è un interpretazione culturale a favore o contro il sesso ed è condizionata dagli interessi della religione. In una cultura patriarcale la religione sarà contro il sesso mentre in una cultura matriarcale sarà a favore.

"Vuoi dire che siamo noi che decidiamo se considerare perverso o divino il sesso?

"Esso è un'energia, deve essere compreso non represso.
L' energia sessuale può portarti in cielo o precipitarti  nell'abisso a seconda di come la utilizzi. Tu scegli con i tuoi atteggiamenti e i tuoi pensieri: se credi che il sesso sia peccaminoso o sporco camminerai verso l'abisso, se lo consideri sacro, spirituale, vitale ti eleverai verso il cielo.
Il sesso come fonte di vita è presente persino negli animali, nei vegetali, nei minerali, ma la sessualità è presente solo nell'uomo..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



A.P.A"..La maggior parte della gente è molto ignorante sul sesso, tutti credono di conoscerlo.
Qui imparerai a comprendere qual è veramente il ruolo del sesso nell'essere umano ,come il suo uso dia sapienza e permetta un uomo di capire una donna e viceversa.
Quando comprenderai la sua sacralità, amerai in modo consapevole, purificandoti dalla gelosia, dall'esigenza, dai rimproveri e dalle aspettative.

"Vuoi dire che amiamo in modo inconsapevole?"

"Sì, gli ignoranti amano inconsapevolmente. Solo gli dei  amano consapevolmente."

Se ami consapevolmente ti trasformi in una dea. Ma ricorda che questo genere di amore comincia come un'esercitazione e finisce con il diventare un atteggiamento, una fragranza del cuore e della mente.
Così, in modo spontaneo, tra due persone che si amano sorgerà un vincolo di energia, una fusione di anime che viaggeranno insieme cercando il paradiso, una preghiera d'amore verso il divino.
E, in modo naturale, entrambi entreranno nella dimensione dell'amore infinito, liberi come il vento ma uniti da un destino comune..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



"...In una donna la bellezza fisica è semplicemente un manto esterno che avvolge il corpo, che appassisce con gli anni.
Invece l'Illa, la bellezza interiore, comincia a crescere a mano a mano che si procede nel cammino spirituale.
Se la coltiva bene, questa bellezza interiore permette alla donna di proiettare un'immagine positiva di sé e di creare un'atmosfera di amore di fiducia tra le persone che le sono vicine, facendole sentire a proprio agio con se stesse.
L'Illa è una luce, manifestazione della potente energia sessuale, un' emanazione dell'energia cosmica dell'universo in movimento.
Può essere trasmutato in energia luminosa attraverso il movimento del corpo della mente.
Questa luce, che nasce dall'interno e avvolge completamente il nostro corpo, di solito è molto tenue, ma si può aumentare attraverso certe pratiche fisiche e sessuali. Si può proiettare verso l'esterno grazie alle azioni fisiche, ai sentimenti  o mediante l'espressione di pensieri e idee.
L'Illa ha la forma di un uovo...(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)




"...La donna è nata con il potere dentro di lei e lo vuole condividere. Mentre l'uomo cerca quel potere per dominare gli altri.
 La Pachamama ha messo un potere dentro la donna perché lo utilizzi con amore. La maggior parte delle donne però ha dimenticato di averlo o come utilizzarlo. Le poche che ne sono consapevoli ,quando vogliono, usano questo potere per dominare, nel mondo o a letto.
Per avvalersi di questo potere che esiste in te devi conoscere, rischiare, volere e agire in silenzio...(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



Dialogo illuminante tra Mama Maru e Lara


A.P.A"...Per incontrare l'altra parte di te dovrai conoscere altri uomini.
Devi correre il rischio di sperimentare fallimenti, delusioni  e disillusioni sul tuo cammino. Se non desisti nell'impegno, un giorno lo incontrerai.

"Che cosa deve conoscere una donna dell'uomo?"

"In principio la donna deve sapere quali sono gli interessi del maschio."

"E tu me li puoi dire?"

"Certo! Gli interessi dell'uomo e della donna non sempre sono gli stessi, per questo è necessario comprendere che in genere l'uomo in ogni donna cerca quattro cose.

"Primo: che sia una persona che possa trasformare una casa in una famiglia, che sia capace di condurla, sistemarla, convertirla in un nido d'amore dove lui possa trovare allegria e il desiderio di vivere. In una parola, che sia esperta.

"Secondo: che sia una donna con personalità, carattere positivo, sicura di sé, intelligente, allegra e con senso dell'umorismo, entusiasta della vita, serena nel modo di trattare con gli altri.
Una donna socievole che lo faccia sentire importante e della quale lui possa essere orgoglioso. Confidare che in qualsiasi situazione pubblica sappia affrontare ogni problema e si faccia valere di fronte alla società.

"Il terzo aspetto che l'uomo cerca in una donna è che conosca i suoi appetiti e i suoi desideri ,tra questi i principali sono il mangiare il bere. Molti uomini sono stati conquistati prendendoli per la gola, per questo si dice che l'uomo in una donna cerca una gran cuoca, una donna che infonda arte e bellezza in ciò che cucina.

"Il quarto aspetto, che di solito gli uomini non dicono, ma che è il più importante per loro, quello che maggiormente preferiscono, è che alla donna piaccia il sesso. Deve dimostrare assenza di inibizioni, allegria, humour, intelligenza, tenerezza, sensualità, maestria e arte nell'alcova.

Dei quattro interessi l'ultimo è il più importante per l'uomo, nel suo inconscio.
Sarà anche disposto a sacrificare la sua posizione sociale, accettare che non sia una buona padrona di casa o che non sappia cucinare, ma deve dominare i segreti del letto e fargli assaporare le sensazioni più voluttuose.
"Per l'uomo la soddisfazione sessuale è molto importante, è intrinseca alla sua stessa natura, perché è l'unico modo che gli permette di recuperare la sua unità, di essere uno con l'universo e di entrare a far parte della categoria degli dei.
Questo è l'unico mezzo con il quale una donna può farlo viaggiare attraverso il Pachachaka, il ponte di energia verso L'universo atemporale.
Farlo entrare nella quarta e nelle altre dimensioni e aiutarlo espandere la sua coscienza. L'uomo ricerca la conoscenza perché questa gli darà potere.
Invece la donna cerca nella relazione sessuale e la realizzazione dell'amore e la trasformazione dell'uomo.
La sola conoscenza senza trasformazione non è sapienza, e la sola trasformazione senza conoscenza non è realizzazione.
La donna che conosce questa arte e questa scienza è una dea in terra e sarà sempre amata e venerata dagli uomini..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



"...Chi non conosce se stesso non potrà mai conoscere gli altri. Adesso che ti conosci di più saprai che puoi guidare te stessa e seguire la tua strada."
L'anziana curandera rimase un istante in silenzio per poi continuare:

"Tu hai un tragitto da compiere, nella vita devi imparare a camminare da sola o in compagnia, però meglio da sola che male accompagnata..."
Mama Maru, tirò fuori dalla borsa che portava in vita un gufo tessuto con fili di diverso colore, glielo porse e la avvisò:
 
"Questo è il simbolo della conoscenza che permette di vedere anche nell'oscurità, te lo regalo: deve guidare la tua vita.
Pensa prima di procedere, medita, rifletti, così renderai il cammino sicuro e comprenderai quanto sia importante la scelta del tuo compagno, perché non sempre incontrerai la compagnia adeguata.
Quando desideri avanzare con qualcuno vicino, prediligi una persona che puoi aiutare nella ricerca del suo percorso spirituale, così potrai andare avanti con il tuo progetto di vita..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



"...Nelle buone e nelle cattive relazioni che vivrai con gli uomini, l'unica garanzia d'amore è quella che puoi dare a te stessa.
Ama te stessa, vivi per te e sempre secondo te. Rendi bello il tuo corpo e la tua anima per te, non perché vuoi attrarre un uomo.
Accettati come sei e sii felice con te stessa; se farai così saprai vivere da sola e non avrai paura della solitudine.
Così a poco a poco il tuo amore si accrescerà e non solo basterà per te, ma ne avrai tanto da poterlo donare.
Allora sarai pronta per amare un'altra persona....
Se non ti fidi, stai sprecando l'opportunità di donare il tuo amore. Non cercare la sicurezza, la vita non è in ciò che è pianificato, ma nel gioco di essere felice o infelice.
Se desideri amare un uomo, amalo senza esigere niente in cambio e aiutalo a essere felice.
Se lo rendi felice, perché dovrebbe lasciarti? Ma se lo rendi infelice, perché non dovrebbe lasciarti?
Guidalo solo nel cammino dell'amore, usando l'intelligenza del cuore, ricordando che sei un tempio sacro dove lui potrà sempre entrare in contatto con il divino.
Solo così il tuo amore sarà eterno..." (La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)




"...L'uomo è infedele se non conosce il vero amore. Per natura l'uomo pensa solo al sesso.
Nessun maschio insoddisfatto sessualmente è fedele, se gli si presenta un'opportunità. Nella tua civiltà maschilista, l'uomo è addestrato per essere infedele, mentre la donna è educata per essere di uno solo.
Le parlano della fedeltà come di una virtù....
La fedeltà forzata è un addestramento culturale: ti insegnano a rappresentare un ruolo e finisci per credere alla tua recita.
L'amore si trasforma, vive e perciò può anche morire.
La fedeltà invece rimane perché si basa su tre supporti culturali: la credenza, il dovere e la rispettabilità...
Può esistere se nasce spontaneamente. Quando l'amore si dà o si accetta come un regalo che fa crescere, libera ed eleva la coscienza, allora sì, si converte in fedeltà, ma se si chiede o si impone diventa una schiavitù.
Quando l'amore e la fedeltà si chiedono o si ordinano diventano falsi, vacui, pura ipocrisia. La fedeltà quando nasce dalla libertà, non fa di te una schiava ma la padrona di te stessa, perché segue i dettami del tuo cuore....(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)


"...Il vero matrimonio è la comunione di due anime nei tre livelli dell'essere: pensiero, sentimento e volontà per formare una sola unità.
Il matrimonio è la scuola dove l'uomo impara ad amare e la donna è la maestra: gli deve insegnare il cammino dell'amore, portarlo verso la luce, allontanarlo dalle tenebre.
La donna, per essere maestra, deve ascoltare il proprio cuore, connettersi con la propria intuizione, avere desiderio di apprendere, sperimentare come entrare nelle altre dimensioni della vita.
Solo così potrà insegnare al suo uomo che esiste un mondo magico dove tutto è possibile.
Per riuscirvi maestra e discepolo devono sviluppare affinità e simpatia tra loro, interessi comuni, ideali, comunicazione e soprattutto comunione delle anime attraverso il sesso......
Sai da dove deriva la parola matrimonio? In una cultura femminile, proviene dalla parola matriz che significa "principale", "materna", "rigeneratrice", "creatrice", e "illuminatrice".
Ha come finalità la ricerca dell'elevazione spirituale dell'essere umano.
Invece nella cultura maschile è un contratto legale con effetti economici, sociali e giuridici o un accordo, un'autorizzazione che permette all'uomo di avere una donna, di essere il capo, il solo che la comanda, la usa e a volte la sfrutta...(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



"...Nell'esistenza ti troverai sempre a dover prendere decisioni che possono danneggiare la tua sicurezza e la tua vita, ma di fronte ai problemi devi usare tutte le armi di cui la natura ti ha donato.
Per affrontare un problema, devi utilizzare l'immaginazione, l'intelligenza, la logica, il ragionamento, la percezione e approfittare dell'esperienza, degli errori passati, per poi passare all'azione usando il coraggio come energia.
E' così che si affrontano i problemi...
Durante il tuo cammino, il destino ti sottopone a molte sfide per mettere alla prova il tuo coraggio. Di fronte a queste devi prendere decisioni immediate, non puoi posticiparle perché rimandare non fa altro che aumentare la tua agonia.
Se hai paura finirà per distruggerti.
Affrontala e vedrai che si allontanerà da te..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)




In quel momento Lara sentì come un mormorio e poi una musica ineffabile, magica e dolce che usciva dalla profondità della laguna. Sorpresa avvicinò di più l'orecchio per ascoltare meglio.
Il suo volto apparve riflesso nell'acqua: si guardò un istante con attenzione, poi restò come ipnotizzata dalla superficie cristallina. E sentiva una voce melodiosa che giungeva dal profondo del lago:
"Figlia cara...sempre nella vita...il tuo incedere deve essere pacifico nei momenti di pace e combattivo nei momenti di conflitto, se vuoi essere libera.
Segui la tua intuizione in ogni momento, poi passa all'azione. In questo risiede la tua forza, nel potere di prendere le tue decisioni e di agire di conseguenza.
Tu sei forte anche se non lo credi, ma devi controllare la tua mente, le tue emozioni e i tuoi istinti, perché sono selvaggi.
Quando saprai come maneggiarli, potrai usarli uniti alla saggezza.
Non credere mai a tutto quello che dicono gli altri, rifletti prima di agire. Ricorda che ci sarà sempre gente che vorrà manipolarti. Non permetterlo, ma non lasciare mai che i dubbi paralizzino le tue azioni. Il dubbio è nella mente e per equilibrarlo c'è bisogno dell'intelligenza del cuore.
Prendi le decisioni secondo i dettami del tuo cuore senza fermarti sui dettagli e poi agisci. Ricordati sempre che tu sei responsabile delle tue azioni e in questo consiste l'arte di vivere.
Accettati completamente come donna, io ci sarò sempre per ispirarti...
Adesso bevi dalla coppa che hai davanti per rinfrescare la tua anima e stringere un'alleanza con me...
Addio, figlia..."( La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)




"La disgrazia delle donne è che hanno interpretato male il loro ruolo nella società, pensando che l'uomo fosse superiore.
Non hanno considerato il grande potere di una donna che riposa nella sua energia sessuale, nella sua capacità di amare e di dare vita a un nuovo essere. Molti vedono questo come un limite, ma il futuro dell'umanità dipende sempre da tale potere.....
Soltanto la donna saggia è libera perché non ha più paura, essendosi liberata dalle catene che imprigionavano la sua mente.
Adesso sei qui per diventare libera e capace di scegliere.
In ciò risiederà la tua forza: nella capacità di prendere le tue decisioni..."(La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



"Bevi goccia a goccia, perché questo è tutto quello che avrai. Finché non imparerai a comprendere la vita rimarrai così", esclamò con tranquillità la curandera...

"Perché mi hai legato qui? Che senso ha farmi questo? Perché mi martirizzi?"

"Vedi? L'unica cosa che sai fare è chiedere, lamentarti, piagnucolare. Non sai tirar fuori gli insegnamenti della vita", rispose la curandera.
Tu sei qui perché vuoi essere una vera donna, hai chiesto di far parte del gruppo delle donne che davvero affrontano tutto, lottano per vincere le avversità e sono capaci di contrastare tutti gli ostacoli che si oppongono loro. Ma non stai imparando niente."

"Liberami e tirami fuori di qui."

"Tu sai fare una cosa sola, dare ordini. Se non ti obbediscono, supplichi, chiedi e non vuoi mai dare niente di tuo", rispose molto serenamente Mama Maru.

" Che cosa posso dare in questo posto, nella situazione in cui mi trovo?, gridò la donna incollerita, dimenticandosi di avere le spalle e il sedere intorpiditi per le molte ore in quella posizione supina.

"Rifletti, analizza, pensa e medita sulla tua esistenza, innanzitutto cerca di essere pratica: la vita devi viverla adesso, non perdere tempo rimuginando su quello che avresti potuto fare e non hai fatto o con la preoccupazione del domani.
Tu vuoi risolvere facilmente il tuo problema, con una formula magica che io dovrei fornirti.
Vuoi comprendere la vita senza viverla, utilizzare semplicemente la mente senza il corpo, la teoria senza la pratica. Non vuoi mettere in pratica l'esperienza."

"Non ti capisco, questo non è il modo per insegnarmelo, e poi non ho chiesto questo tipo di tortura."

"Hai ragione, per te sono torture. Però questa è una forma di insegnamento e una lezione nel dolore, perché tu possa ricordarla per sempre. A volte è attraverso le dure lezioni della vita che l'uomo e la donna crescono e acquistano maggiore serenità e capacità per affrontare i problemi del futuro." (La donna dalla coda d'argento - Hernan Huarache Mamani)



L'uomo in genere è più oggettivo, pensa in termini individualisti, mentre la donna possiede il senso profondo della collettività, attraverso il quale si esprime l'amore, la legge.
Il termine "noi" è più usato dalle donne che dagli uomini.
Per imporsi l'uomo ricorre all'energia e alla forza dei suoi muscoli mentre la donna, che per ovvie ragioni non può fare altrettanto, usa la pazienza, la dolcezza, la persuasione.
L'uomo analizza, trasforma, divide, distrugge; la donna unifica, dà vita, guarisce, crea.
Nel sesso l'uomo è più superficiale: cerca il piacere, la procreazione. La donna, invece, è più profonda, interiore: cerca l'amore, il darsi e il ricevere fine a se stesso.
Il primo semina, la seconda raccoglie e fa germinare la vita.
L'uomo costruisce la casa, la donna dà calore al focolare. La donna non vuole un trono; ciò che anela con tutto il cuore è essere il tempio dell'amore e per riuscirvi, si servirà di tutto il suo incanto, di tutta la sua grazia, di tutta la sua bellezza interiore...(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)



L'uomo e la donna non sono uguali, ma complementari.
In natura, ciò che  è assente nell'uno è presente nell'altro e viceversa. Uomo e donna sono profondamente diversi nel corpo, nella mente e nello spirito.
Essi colgono la realtà attraverso i sensi che sono però sintonizzati a frequenze diverse in base alla loro natura; di conseguenza vedono il mondo da prospettive differenti. L'uomo si interessa più alla forma delle cose, al loro aspetto esteriore mentre la donna ne vede la profondità, si interessa alla loro bellezza, a tutte le loro sfumature.
...Conoscerne le differenze ti aiuterà a comprendere gli uomini, a sapere ciò che pensano, ciò che vogliono, ciò che desiderano. In questo modo saprai a chi dedicare la tua vita.
Il tuo corpo, la tua anima, il tuo essere non devono essere donati a chi non merita.
Quando ti donerai a un uomo sarà per aiutarlo a crescere, per condurlo lungo il cammino dell'amore.
Gli insegnerai ad amare e, grazie alla forza di quell'amore, la vostra potrà essere un'unione luminosa; se non lo farai la tua vita sarà sterile.
Dovrai imparare ad aiutare gli uomini a ritrovare la loro essenza spirituale. Solo così ti eleverai e diverrai un essere di luce...(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)



"...Il giorno in cui amerai, conoscerai e rispetterai te stessa, scoprirai che la terra comunica con te, che la Pachamama possiede un linguaggio attraverso il quale le montagne ti parlano, i fiumi ti mormorano e le sorgenti ti consigliano.
Allora saprai che sei un tutt'uno con l'universo, che sei come l'acqua che si espande.
Il giorno in cui ti accetterai davvero, orizzonti sconosciuti ti si schiuderanno e una musica mai ascoltata giungerà alle tue orecchie...
La donna è un'immensa varietà di incanti...Il suo potere di ammaliare gli uomini è enorme.
I suoi occhi illuminano con una misteriosa e soggiogante luce; il suo alito ha l'aroma dei fiori e la sua affascinante bellezza è un invito alla vita, all'amore. Essere donna vuol dire incarnare  un essere speciale che è, al tempo stesso, montagna, bosco, lago. Un essere in seno al quale si origina la vita.
Nel suo corpo vi sono cime innevate, crepe e vallate attraverso le quali l'acqua scorre intonando un'infinità di canti. Anche i passeri si librano fra i fiori e le piante colorate; l'orso si disseta con l'acqua e assapora i fiori e i colibrì dal becco appuntito vanno di fiore in fiore, succhiando il nettare di vita.
Se sei donna, sei compagna della natura e il tuo camminare è un pellegrinaggio.
Sei nata donna per insegnare al mondo a stare più vicino alla Pachamama perché tu sei l'espressione più profonda dell'amore.
Ma ricorda anche tu, come tutti gli altri elementi della natura, puoi essere portatrice d'amore oppure di odio, di discordia.
Allo stesso modo in cui puoi ospitare dentro di te una vegetazione bella e rigogliosa dalle montagne maestose e dai paesaggi incantati, puoi anche portare in te il deserto, terreno sterile e privo di vita...(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)




La nuova Eva ossia la missione della donna-madre

Oggi predico alle donne: voi dovete aiutare gli uomini a rivolgersi al Signore. La salvezza del mondo è nelle vostre mani. Voi siete l’emblema dell’Amore. Voi dovete correggere le menti corrotte dei vostri uomini. – Come si realizzerà questo? – Importando l’Amore di Dio nei vostri cuori. Amerete i vostri mariti. Amerai il tuo unico marito senza diventarne sua schiava. Amerai l’Unico, cioè il Dio in lui. Lo spirito lavora ora sulle donne, perciò sono più religiose e spirituali rispetto agli uomini. Osservate, laddove la donna mette piede, tutto va avanti: scienza, religione, musica, tutto procede bene. La donna è un suolo sul quale tutto cresce. Se la donna scompare, tutto si ferma: la scienza, la religione, la musica, l’arte, non vi è suolo. Il poeta scrive finché porta la donna nella sua mente. Se togliete la donna, egli perde il senso della vita e prende le armi. Nella mente di tutte le persone sta la donna. Essa è l’amore, è la loro idea. Io considero la donna come un polo. Inizialmente, quando Dio creò la donna, era completamente diversa rispetto a quella di oggi. Sulla Terra vi è solo una donna che non è né come quella in Cielo, né come quella in paradiso. È solo un riflesso di quella donna elevata e nobile. L’amore però si manifesta solo laddove vi è la donna. Se la donna è assente nell’essere umano, è assente anche l’amore. Se le persone comprendessero il significato della donna e la mettessero al suo posto, il mondo si eleverebbe immediatamente.
Nella mia vita ho incontrato solo alcune donne, alcune in Bulgaria, altre all’estero. La vera donna si distingue per la sua tenerezza, neanche una parola rozza uscirà dalla sua bocca! Ogni donna che è in grado di manifestare rozzezza, non è ancora l’incarnazione della vera donna,  è deviata. Ciò, invece, che distingue il vero uomo è la nobiltà.

Oggi considerano la donna un essere che ha bisogno di un uomo che si prenda cura di lei. Vi dico: questa non è una donna, è un disabile in ospedale. Secondo me, è donna colei che salva il mondo; è donna colei che tiene le chiavi della vita; è donna colei che manifesta la grande e potente forza dell’amore, che porta la vita. Di conseguenza, la salvezza verrà tramite la donna, non tramite l’uomo.

L’essere umano deve applicare due grandi leggi. La prima legge è l’amore verso Dio e rappresenta l’uomo. La seconda legge è l’amore verso il prossimo e rappresenta la donna. L’uomo deve occuparsi della prima legge, la donna deve occuparsi della seconda. L’essere umano, invece, deve occuparsi di entrambe le leggi. Le seconda legge, l’amore verso il prossimo di cui si occupa la donna, crea le istituzioni, crea l’ordine sociale. Di conseguenza, l’ordine attuale e tutto ciò che contiene è dovuto proprio a questa donna umiliata. E allora, quale deve essere l’obiettivo della società contemporanea e quello degli Stati contemporanei?  L’elevazione della donna. Elevate la donna alla situazione in cui si trovava in precedenza! Ponete la donna a quel grado in cui si trovava inizialmente e vedrete che in 25 anni il mondo si correggerà. La salvezza del mondo è nell’innalzamento della donna. Se non elevate la donna e se lei non si eleva da sola, la salvezza non potrà venire da altre parti.

Quando parlo dell’elevazione della donna, io intendo che questa idea penetri in tutta la vita. Deve penetrare non solo tra le persone, ma anche tra gli animali, le piante e i minerali. Questa grande legge deve coinvolgere completamente anche il cuore umano. Se qualcuno avvilisce il suo cuore, la salvezza non potrà venire. La salvezza dell’Umanità contemporanea si cela nell’innalzamento del cuore. Se avvilisci te stesso, avvilisci anche il tuo cuore. Se elevi te stesso, elevi anche il tuo cuore. Tutti gli angeli, tutti i santi evoluti hanno per scopo l’elevazione della donna. Molte delle persone contemporanee si oppongono a questo grande scopo e dicono: “Sapete che cosa è la donna? È un vero serpente!” Solo chi ha avuto un’esperienza diretta, può parlare di lei.” Dicendo che la donna è cattiva, vi chiedo: chi non è nato da una donna? Vostra madre che vi ha portato nel suo grembo, che vi teneva fra le sue braccia, che vi portava nella sua mente e nel suo cuore, non era una donna? Non considerate che è avvilita! Chiunque sia questa donna, oggi lei è vostra madre. Se avete una compagna, consideratela come se fosse vostra madre. Considerate vostra madre, invece, come se Dio fosse in lei. L’Umanità deve cambiare radicalmente le proprie idee per quanto riguarda la donna, altrimenti la salvezza del mondo non arriverà da nessuna parte.

Esiste una legge importante che ognuno di noi deve considerare. Questa legge è la seguente: quando una donna ama un uomo, essa è in grado di elevarlo. Se però lei comincia a odiare l’uomo, egli avrà una fine fatale. Una serie di statistiche in America dimostrano che tutti i preti che hanno mogli brave sono famosi come preti eminenti. – Perché? – Perché le loro mogli li amano e condividono le loro convinzioni. E viceversa: tutte le mogli di preti che non li amano e non condividono le loro idee contribuirono alla caduta dei loro mariti. Di conseguenza, la donna è in grado di elevare e di far cadere l’uomo. Ora, invece, dico alle donne: immettete nella mente dei vostri mariti più luce. Solo la donna può farlo. Un uomo non può salvare un altro uomo, la donna lo salverà.

Come verrà la pace nel mondo? Chi può importare la pace? Oggi nessuna legge è in grado di eliminare la guerra e di stabilire la pace. Se tutti gli scienziati si unissero e cominciassero a lavorare con la scienza per eliminare la guerra e stabilire la pace, nemmeno loro vi riuscirebbero.

Vi dico: esiste un’unica forza nel mondo che è in grado di eliminare la guerra e di stabilire la pace. Qual è questa forza? – La donna! Se tutte le donne si riuniranno dicendo: “Da oggi in poi non faremo più nascere delinquenti!”- esse porranno fine alla guerra.

D’ora in poi le donne saranno considerate responsabili per la mancata esecuzione del proprio compito. Proprio per questo motivo da migliaia di anni in generale le donne sono state picchiate e sono state ridotte alla posizione di schiave. Hanno delle sofferenze insopportabili. La legge che viene applicata nei loro confronti è implacabile. – Perché? – Poiché hanno la forza di risolvere la questione della salvezza dell’Umanità, ma non vogliono utilizzare la loro forza. Le donne devono indirizzare le loro forze verso tutto il mondo e dire: “No alle guerre! No a tutte le illusioni! No a tutti gli insegnamenti pagani!”

Noi, le persone contemporanee, risolviamo la questione di come bisogna vivere. Non dobbiamo risolvere la questione di come bisogna vivere, ma quella di come bisogna nascere. Dobbiamo risolvere la questione di quali madri e padri dobbiamo avere. Dicendo “madri” io non intendo la madre nel senso proprio della parola. Vogliamo essere sani, felici, intelligenti, vogliamo avere una religione, tutto ciò va molto bene. Ma questa religione deve essere la religione dell’Amore. Vogliamo avere delle scuole, che queste siano le scuole della Saggezza. Vogliamo avere un ordine sociale, vogliamo avere delle leggi, ma che tutto ciò si basi sulla Divina giustizia assoluta! Le madri risolveranno questo compito. Quali madri? – Quelle future, non quelle attuali. Dal punto di vista puramente organico, nel mondo vi sono due istituzioni che sono Divine. Una è il padre e la madre, ossia la casa. È la prima istituzione sulla Terra. Non esiste uno stabile più nobile e più luminoso della casa. Non esiste nemmeno un titolo più elevato di quello del padre e della madre. In verità, vi sono molti padri e madri sulla Terra, ma in realtà sono dei patrigni e delle matrigne. Per quanto riguarda il mondo organico, il padre e la madre hanno un ruolo importante. Tramite il loro sangue trasmettono le buone qualità delle loro anime. L’educazione del bambino viene determinata dalle qualità che la madre investe in suo figlio ancora in tenera età. Con la parola “sangue” non intendo il semplice sangue, ma quello che in tutte le condizioni della vita rimane invariabile.

L’unica forza che può correggere il mondo è l’Amore. In questo senso, l’uomo non deve mai sposare una donna che non ama, per la quale non è pronto a sacrificare tutto. La donna non deve mai sposare un uomo che non ama, per il quale non è pronta a sacrificare tutto. Il figlio deve nascere dall’amore di sua madre e di suo padre. Un bimbo nato per amore è il bimbo del nuovo tempo.

Affinché un bimbo nasca, il padre e la madre devono aver lavorato una serie di generazioni su se stessi, devono aver raccolto un materiale per la costruzione di una solida e bella casa per il bambino. Se non hanno questo materiale, è meglio che non si sposino, che non costruiscano una casa che dopo qualche anno crollerà. Direte che è scritto nei libri sacri che le persone si sposino e si moltiplichino. Dal punto di vista Divino ciò significa: sposatevi e moltiplicatevi secondo la legge dell’Amore, della Saggezza e della Verità. È arrivato il momento in cui bisogna creare le condizioni gradevoli per la nascita dei bambini. La donna, come futura madre, ha una grande responsabilità. Se si rendesse conto della sua responsabilità, non dovrebbe mai rivolgere pensieri negativi verso il proprio compagno.

Nessuno nasce casualmente. Per esempio, si suppone che il primo uomo sia stato creato nel giorno del primo equinozio, quando le condizioni erano favorevoli, armoniche. Ecco perché tutti gli artisti, musicisti, scrittori, poeti e tutti i grandi scienziati parteciparono alla creazione dell’essere umano. Il mondo ha bisogno di persone nuove che lavorino per la sua correzione ed elevazione. Questo dipende dalla donna. Essa è il fattore interno che deve utilizzare correttamente tutte le condizioni favorevoli esterne. In questo contesto, la donna-madre, la sorella, la vergine è da considerare come un fiore delicato e fragrante, che non prende ruggine da alcun gelo.

Se la nascita è un processo importante per il quale sono richieste delle condizioni nuove e favorevoli, processi non meno importanti sono il concepimento e la gravidanza. La donna della Nuova cultura deve educare i figli prima che nascano, quando sono ancora nel grembo. Lì il bambino ha tutte le condizioni per poter percepire, mentre dopo la sua nascita, avrà già bisogno di condizioni per l’elaborazione di quanto percepito. Ecco perché anche la vita mentale della donna incinta non è da trascurare. La letteratura più squisita deve essere il suo cibo mentale. La vita dei santi, delle persone grandi deve essere il motore del suo pensiero. Una poesia bella ed elevata, una bella musica e delle canzoni devono far parte ogni tanto della sua vita. Tranquillità e silenzio sono necessari alla donna-madre, ma anche alla Natura che in questo momento compie un grande atto di creatività: la creazione dell’essere umano.

Se volete che il frutto dell’albero sia buono, creategli delle buone condizioni e lasciatelo alla Natura. La stessa cosa vale anche per l’essere umano. La persona buona e ragionevole viene concepita e si sviluppa in condizioni particolari. A tal fine sono necessari tre importanti momenti: scopo, mezzi e realizzazioni. Troverete tutto ciò nella Natura ragionevole. Solo lei è salute, bellezza e purezza.

Le doti dipendono dall’amore. Se la madre ha amore in sé, partorirà un figlio grande, geniale. Quando una madre vuole far nascere qualcosa di grande, deve prepararsi per questo, deve rendersi conto del proprio scopo. Nessuno può far nascere un’idea elevata se si occupa delle piccolezze della vita. Le persone da sole creano delle idee elevate, da sole creano anche delle idee semplici. Servire Dio, questo è la grande idea divina.

La madre è una sorgente e ciò che sorge da lei, confluisce nel bambino. Essa gli trasmette ciò che è Divino in lei. Lo scambio tra la madre e il bambino non è solo esterno, ma anche interno. La madre ha un ruolo importante non solo nel mondo materiale, ma anche nel mondo dei pensieri e dei sentimenti. Non crea solo la forma, ma immette in essa un contenuto e un senso. Avviene uno scambio tra l’anima della madre e l’anima del bambino.

Se la madre che ha concepito il suo bambino, ispirata da grandi idee sull’Umanità, ancora in stato di gravidanza gli trasmette tutte le qualità, lei è come Dio per il bambino e potrà fare di questo fango ciò che vuole. Una volta uscito dal suo grembo, il bambino diventerà già indipendente nei suoi pensieri e sentimenti. Se durante lo stato di gravidanza di nove mesi la madre immette nel bambino tutte le sue buone qualità di amore e saggezza, per tutta la sua vita il bambino avrà una buona predisposizione verso sua madre e sarà sempre pronto a sacrificarsi per lei. Se nel periodo della gravidanza la madre rivolge al bambino  pensieri come “Tu sarai un buon figlio, crescerai, otterrai un’istruzione, amerai le persone e le aiuterai”, il bambino diventerà veramente tale, quale la madre lo desidera. Anche il criminale più grande può essere educato, ma solo mentre è nel grembo di sua madre. Ecco perché, la donna incinta deve nutrirsi di un cibo particolare: di pensieri, sentimenti e azioni pure ed elevate. Solo in questo modo può aiutare il suo bambino, se porta in sé delle cattive inclinazioni. Così come oggi nutrono, fanno crescere ed educano i bambini, non si può aspettare nulla di buono da loro.

Il cibo che la donna incinta utilizza e il modo in cui lo percepisce, esercitano una grande influenza sul bambino che nascerà. In questo ambito sono state condotti molti studi e si è giunti alla conclusione che il cibo é uno dei fattori principali per il benessere fisico e spirituale del bambino.

Il latte materno è di grande importanza per il bambino. Quando egli tocca il seno di sua madre, non solo il latte che inghiotte esercita un’influenza benefica su di esso, ma percepirà anche la forza magnetica che scorre ora dal seno sinistro, ora dal seno destro della madre. Se un’altra donna lo nutre, non si avrà lo stesso effetto. Dalla madre esce una forza che sarà di beneficio per il bambino. Quando la madre allatta il bambino al seno, deve avere un’ottima predisposizione di spirito senza arrabbiarsi. Gli uomini non prestano alcuna attenzione alla predisposizione della madre in questo periodo. Il latte della donna contiene forze ragionevoli che non potete trovare in alcun altro cibo. Quando la madre allatta il bambino al suo seno per tre anni, deve avere una vita pura, senza immettere alcun pensiero negativo nella sua mente. Che la sua casa sia bruciata, che suo marito l’abbia abbandonata, ciò non deve violare la sua pace. Durante questi tre anni deve essere silenziosa e tranquilla. Se le persone comprendessero il significato del cibo cucinato che preparano, si influenzerebbero nell’autoeducazione.

Ogni madre deve prendere in considerazione ciò nell’educazione del proprio bambino. Fino all’età di 7 anni deve cucinargli da sola. Fino a quell’età il bambino deve mangiare solo cibo preparato da sua madre. In relazione a questo, gli uccelli servono da esempio. La madre ed il padre portano costantemente il cibo finché i piccoli crescono. Li fanno crescere da soli. Una volta cresciuti, volano via dal nido. I genitori lasciano che da soli si prendano cura di sé stessi. Gli uccelli hanno risolto meglio la questione della vita familiare rispetto alle persone.

Esistono due vie in cui questo insegnamento si può realizzare. Il primo modo è tramite l’educazione, la seconda via è tramite la madre. Devono conoscere le nuove condizioni, come i giardinieri, i coltivatori studiano le condizioni in cui semineranno. Tutte le qualità negative della madre diventano delle qualità negative anche del bambino. Con delle statistiche noi possiamo dimostrare che tutte le qualità positive della madre diventano delle qualità positive del bambino e anche le qualità positive del padre vengono trasmesse come qualità positive del bambino. Perciò noi dobbiamo vivere in maniera positiva. La madre deve avere una disposizione religiosa per poter esigere lo stesso dal bambino. Come intendere “disposizione religiosa”? Io intendo quando nell’anima della madre sorge un tale amore che è pronta ad avvolgere non solo il proprio bambino con questo amore, ma anche tutto il mondo e a sacrificarsi per gli altri. Questa è la predisposizione religiosa: che sorga amore in te. Non salvare solo te stesso, ma sacrificati per gli altri.

Io determino il concetto di “madre” nelle seguente maniera: “madre” è solo quella donna che sia in grado di immettere un’idea Divina nell’anima di sua figlia. Una madre che non è in grado di immettere un’idea Divina nell’anima di sua figlia non è una vera madre. Un padre che non può immettere un’idea Divina nell’anima di suo figlio non è un vero padre.

Ora, desidero che tutte diventiate delle donne! In altre parole ciò significa: io desidero che le anime di tutte le persone si riempiano d’amore. Ciò significa essere madri. In questo senso desidero che tutti voi diventiate madri. Oggi con la parola “madre” intendono una donna che partorisce. No, una madre è solo colei i cui bambini non muoiono. Se i figli di una madre muoiono, non è una vera madre. Una madre è solo la donna pura, la vergine che rimane vergine anche dopo aver partorito. Una madre è quella vergine i cui figli non muoiono. Di conseguenza, tutte le persone devono essere vergini e cioè assolutamente pure, se vogliono che ciò che hanno partorito non muoia. Questo è il significato della filosofia profonda della vita. Se intendete questa filosofia, la vostra vita diventerà gradevole.

Dunque, il primo grande comandamento è di amare il Signor Dio tuo con la pienezza del tuo cuore, della tua mente e della tua forza. Il secondo grande comandamento è di amare il tuo prossimo ossia la tua vergine, il tuo cuore, di porsi lo scopo di elevarlo. Siate dunque lavoratori per l’elevazione della donna e, di conseguenza, anche lavoratori per il futuro di tutta l’Umanità!

  
 

 
Nella donna è racchiuso il destino dell'umanità; è lei la modellatrice della razza umana, la creatrice.
La donna incarna l'amore ed è la messaggera della Pachamama, la nostra madre divina che ama ogni cosa.
La donna è il canale della vita governato da leggi impercettibili mosse dall'amore, al quale successivamente accedono anche gli uomini....
Figlia mia, oltre a sapere che sei una donna molto potente, dovrai dedicarti anche a cercare nel tuo cuore il cammino che ti condurrà alla Pachamama.
Il mistero dell'esistenza è il mistero della tua stessa anima; è per questo che per conoscerti dovrai avventurarti nel tuo mondo interiore, penetrare in quella zona sconosciuta del tuo essere nella quale ritroverai la tua anima.
Solo così, nella parte più profonda del tuo essere, incontrerai il tuo tempio.
Solo così potrai apportare il tuo contributo alla realizzazione della profezia secondo la quale in questo ciclo cosmico il risveglio del femminile permetterà di risanare le ferite inferte a madre natura....(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
"La donna è il ponte teso verso l'eternità, è il senso morale, intellettuale, spirituale, è uno stato di coscienza.
Non appena l'uomo avrà realizzato lo scopo per il quale è venuto sulla terra, non appena si sarà unito al cielo e alla terra, allora si ricongiungerà con il Creatore e la donna sarà i ponte che gli permetterà di accedere a lui........
 
E' nostro compito essere le loro maestre; la vera donna è sempre stata una maestra.
L'uomo è un alunno difficile e capriccioso, ma la donna, con tenerezza, semplicità, e pazienza saprà educarlo e illuminarlo.
Solo così la donna potrà portare a termine la sua missione...(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
"...Perchè anticamente la donna era una parte imprenscindibile dei sacrifici?"
Perchè solo la donna è in grado di usare il suo cuore stillando amore.
Sono molte le donne che si sono sacrificate per amore di un uomo, dei figli o della comunità: ricorda che per ricevere bisogna dare.
Se dai amore, riceverai amore.
L'uomo a differenza della donna, non può capire queste cose perchè la sua mente e le sue vibrazioni spirituali non possiedono la sensibilità necessaria per percepirle; la donna, invece sa che l'amore è il fondamento sul quale si basa l'esistenza della società....."
..........La donna è capace di sopportare i sacrifici più tremendi perchè sa di essere la base del Tempio, la leva che solleva la terra, colei che semina le idee nel cervello dell'uomo, facendone un essere positivo o negativo.
La salvezza dell'umanità è nelle mani della donna che, non appena diventerà una vera donna, s' incontrerà con altre vere donne e tutte insieme, unite, potranno salvare la terra".(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
"Cosa deve fare una donna per essere iniziata?"
"Deve ritornare all'utero della Pachamama e immergersi nell'oceano della vita.
Lì dovrà entrare in contatto con la propria intimità e in armonia con gli elementi simpatici: la terra e l'acqua.
Solo così lo spirito potrà manifestarsi.
Dovrà imparare a sovrapporsi al dubbio, al timore, al dolore, alla paura, alla disperazione, alla stanchezza, al fastidio, alla frustrazione, alla disillusione.
Mediante questa prova saprà se il suo corpo lavora in armonia con la sua mente nell'individuazione del pericolo.
Grazie alla preparazione ricevuta imparerà a vedere e a sentire nell'oscurità, a capire se è il momento di pazientare oppure quello d' agire e, non appena i suoi sensi l'avviseranno dell'esistenza di un pericolo imminente, saprà affrontarlo facendo ricorso alla sua prudenza, alla sua saggezza, alla sua calma, e alla sua serenità.
E, quando finalmente sarà riuscita a superare qualsiasi tipo di pericolo, allora imparerà a viaggiare nel tempo e nello spazio."(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
Oggigiorno, nelle città, migliaia di donne vivono in completa disarmonia.
L'armonia è fondamentale affinchè ogni elemento si uniformi a quell'unità chiamata Essere e la donna possa così godere della vita con calma, tranquillità, sicurezza.
La donna che conosce l'armonia manterrà la serenità anche nei momenti più difficili; i suoi occhi rifletteranno la purezza della sua anima e s'illumineranno della sua bellezza interiore, quella che non si deteriora mai.
Con il passare degli anni la sua bellezza fisica risenterà dell'effetto del tempo, mentre quella interiore ne avrà giovamento, crescendo ulteriormente.
Una donna armoniosa godrà di maggiore salute e giovinezza che, condivise con il suo comppagno, allungheranno la sua esistenza.
Il suo corpo sarà una panacea per il suo consorte e, grazie alla sua enorme energia vitale, potrà alleviarne e curarne le malattie in modo più rapido e dolce.(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
"...L'uomo vicino alla vera donna si divinizza", spiegò con molta sicurezza Mama Maru.
"Per scoprire i misteri della divinità l'uomo deve penetrare nel cuore della donna perchè la Pachamama vuole solo ciò che la donna desidera.
Se la Pachamama è amore, anche la donna lo è.
L'uomo deve considerare la donna come la versione della natura creatrice la cui morale si basa sul rispetto della vita.
(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
"...Kantu ricorda che nel cuore della donna risiede il pozzo della sapienza al quale attingono sia i geni che gli stolti.
La donna ha bisogno di discepoli ai quali insegnare ad amare; l'uomo ha bisogno di una maestra che gli suggerisca degli ideali da poter concretizzare.
Uomo e donna hanno ruoli differenti ma hanno bisogno l'uno dell'altra per completarsi.
Un uomo senza  donna non è nulla ma nemmeno una donna senza uomo è molto meglio.
Separati siamo esseri incompleti alla ricerca di qualcosa che non troviamo; uniti, il vero uomo e la vera donna sono una forza.
La vera donna non ha bisogno di competere con l'uomo; è un essere dotato di qualità specifiche che è assurdo paragonare a quelle maschili.
La donna in comunione, in cooperazione assoluta con il suo uomo, intraprende il cammino dell'amore, della verità, del rispetto delle leggi universali.
Una vera donna cammina verso il futuro con amore, con dedizione e accettazione.
Ha uno sguardo sereno e parla con dolcezza e rispetto; c'è tenerezza nel suo cuore.
La sua energia è costituita da vibrazioni più sottili che la elevano a un livello più spirituale.
Per questo ancor oggi si dice:
"La donna apre all'uomo la porta dell'eternità; la vera donna è una semidea, figlia della Pachamama, della Grande Madre Cosmica, fonte di vita eterna".
E così lei è il cammino verso l'eternità, la strada che permette di fondersi con l'infinito per imparare a comprendere e a realizzarsi nella vita...." (La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
"....L'arma più potente di una donna è la sua energia interiore che protegge lei e tutti coloro che ama", proseguì Mama Maru.
"E' per questa ragione che dovrai imparare a calarti nel tuo mondo interiore: solamente nel momento in cui scoprirai la tua vera essenza potrai usare tutta la tua energia interna.
Sei forte e sei dotata di molta energia ed è proprio per questo che appartieni al gruppo delle donne capaci di muovere il mondo.
Eppure hai un limite: non ti conosci ancora e, di conseguenza, non ti accetti. (La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
"....Mama Maru, come si impara a essere una vera donna?"
"Studiando attentamente la natura", rispose la curandera.
"Ma, prima di tutto, è importante che impari a conoscerti e ad accettarti per quella che sei.
Dovrai essere solamente te stessa, te stessa e nessun altro.
Spesso costruiamo la nostra vita raccogliendo i pezzi dell'esistenza degli altri e cerchiamo di plasmarci su modelli che ci vengono imposti dall'esterno.
E' molto probabile che tua madre abbia influito su di te o che, forse, in realtà tu sia stata influenzata da tua nonna, da tua zia, da un'amica o da altre tue conoscenze.
Sono i pezzi con i quali vai tessendo una sorta di coperta che ti copra davanti agli altri e ti renderà infelice.
La vera donna scopre chi è veramente e segue il suo cammino, pienamente cosciente di sè."
 
".........Sono molte le donne che cercano di apparire ciò che non sono e assai poche quelle che, invece, si prendono il tempo di scrutare dentro di sè per scoprire chi sono e cosa vogliono veramente.
Nel tuo caso, la natura ti ha donato un corpo e un'anima nei quali risiede lo spirito.
Solo tu, come donna, e nessun altro all'infuori di te, sei in grado di cambiare la tua vita.
Solo nel momento in cui avrai chiarito a te stessa chi sei, sarai sulla buona strada per diventare una vera donna.
Donna, nel vero senso della parola, è colei che un giorno diverrà la compagna di un uomo, la madre dei figli che la natura vorrà darle e la maestra di entrambi.
Sarà un'abile amministratrice della sua casa, una signora rispettata da tutti, un'eccellente compagna, una dea e un'artista dell'amore.
La sua prudenza, la sua saggezza e la sua grazia saranno il suo principale ornamento.
Una donna che scopre la sua vera natura, che risveglia i poteri sopiti dentro di lei e che rendono vano il ricorso alla forza, può riuscire a fare tutto  questo.
Se tu non lo farai, rimarrai a vegetare come la maggior parte delle donne...."(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
"...In questo momento stai ritrovando te stessa, al di là dei ricordi, al di là del mondo materiale.
Sei giunta fino al centro di te stessa, e ciò ti darà forza per sempre.
Non avrai più paura del mondo esterno perchè, a questo momento sai che il tuo mondo interiore è estremamente potente.
A partire da oggi potrai spingerti sempre fino a quel centro dove potrai conoscere te stessa, la tua anima e dove entrerai in contatto con lo spirito di luce che vive dentro di te.
E io ti aiuterò non appena sarai pronta per farlo" disse aggiungendo ancora:
"Ti rivelerò due segreti: ognuno di noi possiede una propria strada, una propria meta, un proprio obiettivo.
Una volta individuato il tuo cammino, dovrai dedicarti a servire gli altri perchè, solo nel momento in cui vivi per gli altri, vivi anche per te stessa.
Tra il tuo cammino e il tuo servizio per gli altri vi dovrà essere equilibrio altrimenti correrai il rischio di trasformarti in un essere immerso nel caos oppure divenire schiava di qualcuno.
Io ti aiuterò a mantenere l'equilibrio e a non farti precipitare.
Dovrai essere sempre te stessa: accetta quello che sei e poi comincia a camminare.
Il secondo segreto è riconoscere che tutti provano paura: tutti, assolutamente tutti, capisci?
Nessuna persona è estranea a questo sentimento perchè la paura fa parte della natura umana.
Ma tu dovrai riuscire ad affrontarla, a dominarla perchè solo così potrai sovrapporti a essa e usarla secondo i tuoi desideri.
Ricorda: se ti farai sopraffare dalla paura, sarai perduta, vinta, irrimediabilmente sconfitta.
Se, invece, la affronterai, se deciderai  di vincerla, correrai un pericolo, è vero, ma dimostrerai l'enorme potere di cui sei dotata.
Saprai che potrai vincere oppure perdere, non c'è altra alternativa.
Quando qualcuno affronta la propria paura, dal centro del suo essere si sprigiona un'energia potente che la trasforma in un altro sentimento".(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
 
 Importante e profondo dialogo tra Mama Maru e Kantu
 
...Kantu approfittò della situazione per chiedere:
"Nonna, cosa si può imparare da un serpente?".
 
"Quest'animale insegna che la vita è movimento, rinnovamento e ringiovanimento.
Ogni anno, quando ormai la sua pelle si è fatta vecchia, lui se ne libera e si ricopre con una pelle nuova.
E così ringiovanisce."
 
"Perchè i serpenti si avvicinano più alle donne che agli uomini?" chiese Kantu cercando di accattivarsi la fiducia della donna.
"Il serpente è in sintonia con le donne, non con gli uomini.
Simboleggia il nostro impulso di creazione, di rinnovamento e di conservazione.
Il serpente sa che ogni donna è dotata di un'energia potente che crea e rigenera continuamente la vita o la morte.
E' un animale di terra, con il ventre in contatto con la terra e la schiena rivolta verso il cielo, in grado così di muovere sia l'energia terrena che quella celeste."
 
"Dicono che il serpente è l'anima del diavolo" replicò Kantu.
 
"E' ciò che sostengono i religiosi maschilisti perchè sanno che, se davvero noi siamo come i serpenti, allora siamo più potenti e temibili di loro.
Sono anche convinti che, non appena la donna si avvicina al serpente, si trasforma in  strega.
Ma, che la donna ci si avvicini o meno, se è davvero consapevole di ciò di cui è dotata e riesce a proiettarlo verso l'esterno, allora possiede forza e potere.
La donna assomiglia molto al serpente perchè quando vuole, lei può.
Quando un serpente vuole attraversare un fiume, per quanto profondo esso sia, si immerge nell'acqua, consapevole che ce la farà.
 
"Nonna, c'è qualcosa che non capisco.
Perchè il serpente viene associato alla vagina?
Da piccola ho sentito storie di serpenti che si introducono nella vagina o che si trasformano in uomini per accoppiarsi con la donna. Cosa c'è di vero in tutto ciò?"
 
"Tutte storie, storie inventate per nascondere il potere del nostro sesso di fronte all'uomo.
La donna possiede una zona occulta situata all'altezza dell'osso sacro: i suoi organi sessuali, che hanno un potere magnetico.
E' lì che si celano tutti i desideri e gli aneliti dell'umanità.
La donna, per mezzo del sesso, è in grado di infondere  pace nell'uomo, solo lei può far affiorare  i suoi desideri più intimi o conoscere i suoi sogni più reconditi.
Per questa ragione è sempre l'uomo che cerca la donna e non viceversa.
Gli uomini ci cercano, ci seguono, ci infastidiscono, ci parlano, ma dietro ogni loro azione si nasconde un unico interesse: il nostro sesso."
 
Kantu lo sapeva per esperienza.
Gli uomini le erano sempre corsi dietro, l'avevano importunata e corteggiata ma, in fondo in fondo, il loro unico desiderio era quello di portarsela a letto.
Interrompendo i suoi pensieri l'anziana le disse:
 
"Io sono Mama Maru.
Da me imparerai a conoscere l'energia che governa il mondo e la sessualità.
Dentro di te si sta già risvegliano il potere legato all'energia sessuale che dovrai imparare a utilizzare e a dominare.
Dovrai accantonare tutti i pregiudizi secondo i quali il sesso sminuisce o degrada la donna e dimenticare le affermazioni che tendono a ridurre la donna a un semplice oggetto sessuale o a una macchina per fare figli.
La funzione della tua energia non si esaurirà semplicemente nelle relazioni sessuali, ma servirà per ricevere e trasmettere il potere e l'energia capace di generare, di creare, di guarire e di trasformare.(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
 
 "...Perchè gli uomini mi infastidiscono o cercano di farmi innamorare se l'unica cosa che realmente vogliono è possedermi?" aveva chiesto al suo maestro, ferita da quanto era appena successo.
 
"L'istinto dell'uomo è assai diverso da quello della donna", le aveva spiegato il curandero.
"Nell'uomo primeggia il desiderio di fecondare, d'inseminare, di riprodursi; nella donna quello della conservazione della specie, della maternità, dell'amore.
Per fare in modo che questi due istinti si uniscano, la natura ha escogitato un richiamo: l'attrazione sessuale.
Grazie a questo meccanismo l'uomo si sente attratto dalla donna e la donna dall'uomo e, in questo modo si uniscono dando vita alla famiglia.
Presi isolatamente l'uomo ha la tendenza a spostarsi, mentre la donna è, per natura sedentaria.......
 
"Per fare in modo che una donna riesca a trattenere a sè un uomo, la natura l'ha dotata di un potente potere: la sua sessualità" aveva affermato Condori, riprendendo il discorso.
"E' un'esca lanciata dalla natura per garantire la continuità della specie.
Una donna ha il potere di attrarre gli uomini o un uomo in particolare, ma, come qualsiasi altro strumento di potere, dev'essere conosciuto e compreso in tutta la sua naturale complessità.
La sessualità non si riduce semplicemente all'organo sessuale, ma è soprattutto energia che si esprime sotto forma di pensiero, di movimento, di sentimento, di passione.
Il sesso serve per generare e rigenerare, per ricreare e per elevare spiritualmente.
Il corpo della donna attrae l'uomo perchè racchiude una spirale d'energia di natura divina: dentro di lei giace, avvolto su se stesso, un serpente d'energia.
Ciò che attrae non è solamente la sua bellezza fisica ma, soprattutto, l'energia che si muove dentro di lei......."
"......Si tratta di un'energia sottile, più penetrante e quindi più potente di quella maschile", le aveva spiegato.
L'uomo se ne sente attratto e, durante l'incontro sessuale, la può sentire con ancor maggiore intensità.
Ci sono esercizi, che presto imparerai, che aiutano a prendersi cura, a purificare e a controllare quest'energia.
Dovrai imparare a muovere questa energia attraverso tutti gli organi del tuo corpo, specialmente gli occhi, la gola e i muscoli.
L'energia deve fluire liberamente dentro di te e trasformarti dal di dentro in una donna di luce.....
Per conquistare un uomo dovrai essere cosciente del fatto che il tuo aspetto fisico provoca attrazione, sebbene si tratti di un'attrazione puramente fisica e temporanea.
Dovrai cercare di far nascere nell'uomo un sentimento d'amore profondo; solo allora la conquista sarà totale e la vostra unione eterna."
 "Ma come dovrà essere questo sentimento? Aiutami a capire" lo aveva quasi supplicato.
"E' un sentimento che dovrà essere fisico, mentale e spirituale al tempo stesso.
E ti porterà inevitabilmente a un nuovo stato di coscienza: l'amore.
 
Uomo e donna si avvicinano all'amore per vie diverse. Gli uomini vi giungono attraverso la porta del sesso, le donne attraverso quella del cuore.
L'appetito sessuale nell'uomo è molto intenso e può addirittura spingerlo a ricorrere alla violenza, se la donna non si sottomette a lui.
Una donna che ha preso coscienza di sè non potrà essere violata; potrà essere violentata ma non violata se non lo vuole."(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
 
"....Kantu, sii paziente e perseverante nella ricerca di te stessa: è una cosa molto importante per la tua vita futura ed è qualcosa che dovrai fare da sola".
 
Aveva lavorato molto per conoscersi meglio e per entrare in armonia con la Pachamama.
Fino a quel momento non era ancora riuscita a conciliare cuore e mente, ma sentiva che qualcosa dentro di lei stava cominciando a cambiare..
 
"Sei una viaggiatrice cosmica che si muove sulla terra e il tuo corpo è il mezzo che si trasforma mano a mano che tu procedi nel tempo.
Il progredire o l'arrestarsi del tuo cammino dipendono unicamente da te.
Sei tu che dovrai decidere e assumerti la piena responsabilità di ciò che farai, dirai o penserai.
Nel tuo mondo, che è il tuo universo individuale, sei tu che dovrai creare, ma per creare, dovrai prima saper amare e per amare dovrai essere femmina, altrimenti non diventerai mai donna" le aveva detto Condori in un'occasione.
 
Kantu si considerava una donna e, proprio per il fatto di essere donna, si credeva sottomessa a certe limitazioni. Condori consapevole del suo modo di pensare, le aveva detto un giorno:
"Molte donne credono di essere tali solo perchè, credendosi deboli, accettano determinate limitazioni fino a quando non raggiungono la consapevolezza di se stesse e comprendono che essere donna è qualcosa di speciale.
Per una donna che raggiunge la consapevolezza di sè, tutto diventa più semplice.
Si fa più saggia perchè finalmente conosce la verità; nelle sue emozioni vi è maggior serenità perchè è ormai capace di esprimere il suo amore senza riserve e riesce finalmente a vivere la propria sessualità senza più paure nè timori.
La conoscenza di se stessa le infonde potere: sa quando è il caso di dare e quando non lo è.
Solo conoscendo le sue potenzialità una donna si può avvicinare a un uomo e guidarlo sulla strada dell'amore, della verità e del rispetto". (La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
 
"Ciò che stai imparando ti permetterà di dare amore, tenerezza, affetto, calore, attenzioni al tuo amato con il quale, però, condividerai anche le tristezze, le paure, le preoccupazioni.
Imparerai a dimostrargli che hai bisogno di lui e, in questo modo, riceverai tutto il suo amore: l'amore è sapersi donare e arricchirsi.
L'amore si può coltivare, si può far crescere ma può anche essere ferito o scemare a poco a poco.
Il vero amore ti fa crescere.
L'amore unisce, comprende, insegna, perdona: è dedizione e sacrificio.
Una donna che ama è disposta a qualsiasi cosa". (La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
"...tu ami quell'uomo e ti sei data a lui perchè il tuo cuore ti dice che è l'uomo al fianco del quale potresti camminare sulla terra, l'uomo che potresti aiutare a rendere reale e concreto il suo ideale.
Tu intuisci qual'è l'ideale che muove la sua esistenza e come potresti aiutarlo a realizzarlo.
Ma per raggiungere la sua meta, lui dovrà diventare tuo discepolo e tu dovrai essere la maestra che gli insegnerà cos'è realmente l'amore.
La tua realizzazione come donna, o la tua sconfitta dipendono unicamente da questo.
L'unione fra un uomo e una donna è l'inizio di un viaggio verso la realizzazione di quest'ideale.
Solo quando l'uomo avrà imparato ad amare potrà avvicinarsi al Grande Spirito.
In fondo al cuore l'uomo cerca Dio e, in questo suo percorso verso lui, dovrà essere guidato dalla donna.
Madre, sorella, sposa, compagna, amante o semplicemente amica, la donna sarà comunque sempre una maestra per lui.
(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
 
...Il suo maestro le aveva detto che era una creazione della natura, nata grazie all'intervento dell'intelligenza infinita, del grande cosmo e della forza del pianeta.
Era nata donna per insegnare ad amare, destinata a diventare una maestra della vita e dell'amore.
Sulla strada del ritorno ripensò alla domanda che un giorno aveva rivolto a Condori:" Cos'è l'amore? "
L'amore è la verità, la legge, la porta che si schiude sull'eternità.
In qualsiasi luogo tu sia, ama, ama sempre.
Solo così riuscirai ad avvicinarti al divino perchè Dio è amore.
L'amore è l'energia che ti conduce verso le piccole cose e le grandi cose, tutto l'universo si muove grazie all'amore.
Non esiste energia più potente".
 
"Ma cos'è che dà inizio al movimento di quest'energia chiamata amore?" gli aveva chiesto.
 
"E' una scintilla ciò che muove l'amore attraverso gli ideali che ogni uomo e ogni donna cercano di realizzare o di insegnare a un altro.
Una donna si dona a un uomo proprio in virtù di quest'ideale, mossa dal bisogno di perpetuare un'unione nella quale si compia la comunione di due anime.
Sono gli ideali che spingono un uomo e una donna a unirsi, o a camminare separati, in virtù del loro desiderio di apprendere, capire e di conoscere la natura.
Gli ideali sono come le stelle: guidano il viandante nella notte oscura, e lo conducono alla meta..."
Così si era espresso il maestro. (La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
...qui imparerai a temperare il tuo carattere, a disciplinare il tuo corpo e la tua mente, a risvegliare il tuo spirito e a coltivare gli ideali.
Perchè se ami davvero, dovrai imparare a comprendere che l'uomo cerca una donna speciale, una sola donna fra mille.
Solo a quella donna si donerà completamente e, solo quando l'avrà incontrata, abbandonerà la sua incessante ricerca...
Ricorda: l'unione amorosa della mano dell'uomo con quella della donna è il nesso che permetterà loro di entrare in contatto con l'universo.
Perchè quando la mano dell'uomo sfiora quella della donna, sta sfiorando il cammino che conduce all'eternità attraverso l'amore. (La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)
 
 
Lavorerai sodo ogni giorno per imparare a conoscerti meglio perché, solo conoscendo te stessa potrai essere libera e, solo essendo libera, sarai in grado di affrontare ogni problema  e ogni pericolo.
La fede in te stessa  sarà il tuo scudo  e sarai cosciente di vivere  la tua vera vita.
Imparerai ciò che la natura ti ha donato  è utilizzarai con coscienza e saggezza il tuo corpo,  la tua mente il tuo spirito...
(La Profezia della Curandera - Hernàn Huarache Mamani)

 

 

 

".....Come si può descrivere la preparazione d'una sacerdotessa? Ciò che non è ovvio è segreto.
Coloro che hanno percorso la stessa strada lo sanno, e coloro che non l'hanno percorsa non lo sapranno mai. Per sette volte venne e passò Beltane, per sette volte gli inverni ci fecero tremare. La "Vista" venne facilmente: Viviana aveva detto che ero una sacerdotessa nata.
Più difficili erano le piccole magie che obbligavano la mente a percorrere vie sconosciute. Evocare il fuoco a comando, chiamare le nebbie, portare la pioggia era semplice, ma non lo era comprendere quando era giusto farlo e quando era opportuno lasciarlo decidere agli dei....(Le nebbie di Avalon - Marion Zimmer Bradley)"

 

 

"....Maureen si mise a letto con il libro.

Gli insegnamenti riportavano sempre al concetto dell'amore come immenso dono di Dio all'umanità.

Ma per quanto quell'idea potesse sembrare semplice, era lì che cominciava la controversia.

Perchè nel Libro dell'Amore Dio non era visto come un patriarca; non era semplicemente il Padre Nostro.

Dio era il Padre Nostro in perfetta armonia con la Madre Nostra.

Le prime pagine contenevano il brano preferito di Maureen.

In principio Dio creò il cielo e la terra.

Ma Dio non era un singolo individuo, non regnava sull'universo da solo.

Regnava insieme alla sua compagna, che era la sua diletta.

E così nel primo libro di Mosè, chiamato Genesi, il Signore disse:

"Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza" mentre parlava con la sua metà, la sua sposa.

Poichè la creazione è un miracolo che avviene nel più perfetto dei modi solo quando vi è unione fra principio maschile e principio femminile.

E il Signore Dio disse: " Ecco, l'uomo è diventato come uno di noi".

E il libro di Mosè narra: "Così Dio creò l'uomo a sua immagine, maschio e femmina li creò".

Come avrebbe potuto Dio creare la donna a sua immagine se non aveva un'immagine femminile?

Egli l'aveva, e in principio era chiamata Athiret.

Con il tempo, Athiret divenne nota agli ebrei come Asherah, la nostra Madre Divina, e il Signore fu conosciuto con il nome di El, il nostro Padre Celeste.

E fu così che El e Asherah desiderarono sperimentare il loro grande e sacro amore in forma fisica e condividere tale felicità con i figli che avrebbero generato.

Ogni anima creata venne accoppiata, ricevette una gemella fatta della stessa essenza.

Nel libro chiamato Genesi questo è narrato nell'allegoria della compagna di Adamo che viene creata dalla sua costola, vale a dire dalla sua essenza, poichè ella è carne della sua carne e ossa delle sue ossa, spirito del suo spirito.

Quindi Dio disse:

"Ed essi divennero una carne sola".

Così nacquero lo hieros-gamos, il matrimonio sacro fondato sulla fiducia e la consapevolezza che unisce gli amati in una cosa sola.

Questo è il dono più sacro fattoci dal nostro Padre e dalla nostra Madre celesti.

Poichè quando ci ritroviamo insieme nella camera nuziale, scopriamo l'unione divina che El e Asherah desideravano far provare a tutti i loro figli terrestri nella luce della pure gioia e nell'essenza del vero amore.

Chi ha orecchie per intendere intenda. (Tratto dal libro "La stirpe di Maria Maddalena di Kathleen Mcgowan)

 

 

 

 La tua forza viene da eoni di esperienza,

da tutte coloro che sono esistite prima di te.

La strada è aperta, per te, per essere la persona

che i tuoi doni ti conducono ad essere.

Tu senti di essere alla fine.

Be’, mia carissima,

tu sei al principio di un nuovo periodo nella vita.

Scuotiti e sappi che questo è vero.

La donna delle tue passate esperienze

è pronta a farsi da parte per questa donna emergente

che tu ora desideri essere.

I sussurri del tuo cuore sono veri, mia cara.

Ascoltali attentamente per avere guida.

Il bruco è pronto ad emergere nella sua nuova forma.

E così tu.

Vola, farfalla, vola. (Donna - Joana Ukali)

 
La donna è la voce del vento,
che gli animali della foresta si fermano ad ascoltare.
Lei è il sesto senso che parla alle creature
che camminano sulla terra,
è i
l profumo che si leva dalla rosa selvatica
in un caldo giorno d'estate.
Lei è il canto
che tutti gli uomini sognano di cantare,
sperando di baciarne le parole
e di sentirne la magia sulle labbra. (Il colore del cuore di una donna-Casey S.Leasure)


Maura esponeva teorie che a me sembravano molto strane.

Riteneva la mano della donna molto più curativa di quella dell'uomo; inoltre, pensava che la donna possedesse la chiave

per entrare in contatto con gli spiriti eterici del mondo vegetale.

Diceva anche: «La donna quando vuole ottiene;per lei, potere e forza risiedono nel suo cuore e nel suo sesso.

La donna è nata per lavorare in casa e badare alla famiglia ; può dare una mano fuori, ma è meglio se resta in casa.

Gli uomini devono lavorare fuori di casa, ma siccome io non sono sposata, faccio le due cose: la donna e l'uomo».

Maura possedeva una non comune intelligenza, unita a un gran cuore. Era una donna che era riuscita a conoscere

se stessa, e tutto di lei lo dimostrava: le sue parole, la sua personalità e l'indipendenza. 

Nutriva il desiderio di essere utilagli altri e si preoccupava del loro ben essere.

«Devi sapere che la donna è la guardiana della natura, madre di tutti gli animali e di tutte le cose;

è la madre occulta, quella che non si vede e che, più tardi, sarà la nonna di tutte le cose che crescono.

La vita e la morte degli uomini sono nelle sue mani, perchè lei è sorgente di salute o di morte. Infatti le donne possono

farti rivivere, ma possono anche ucciderti».

«Con questa» disse, indicando il suo sesso «la donna può far risuscitare l'uomo più defunto, oppure debilitare il più

forte de gli uomini. Noi abbiamo potere di vita e di morte sugli uomini.»

«Gli uomini hanno tolto il potere alla donna per paura e invidia.

La donna ha insegnato loro come curare, come guarire, eppure gli uomini non hanno voluto imparare.

La donna è curandera per natura. Tutte noi donne abbiamo qualcosa della curandera.»


«L'uomo cerca di farsi conoscere come curandero per diventare ricco, invece la donna no.

La donna cerca sempre di esser e utile agli altri e molte volte non chiede nulla per i suoi servizi. Prima l'insegnamento della

medicina si tramandava di donna in donna per sostenerci nei momenti difficili e curare i nostri figli e i compagni . Ma la

donna non ha sempre bisogno di erbe medicinali, perchè il potere le viene dall'alto e dal basso»

«Quei poteri si concentrano qui» continuo, indicando un punto poco più in basso dell'ombelico. 

«Le mani della donna fanno circolare l'energia, ecco perchè sono mani che curano.

Dammi la tua mano» disse, sollevando le sue verso l'alto. Respira profondamente, poi le avvicinò, fermandosi a

un centimetro di altezza dalla mia mano. 

Sentii un a scarica di energia.

«Hai sentito?» disse. «Questo è il potere della donna.

La donna risana perchè cura con amore, con affetto. Lei cura con il cuore, non con la mente.»

«Io non sono come le altre donne. Io sono Maura, la curanderadell'acqua e della terra e quando amo, curo; quando

creo, curo; quando desidero, curo; quando lavoro, curo.

Alcune donne hanno paura di se stesse: sono insicure, perchè non sanno ciò che possono, né sanno ciò che possiedono.

Io so cosa posso fare col mio corpo, so cosa posso fare con tutto quello che mi porto dentro.

«Una curandera è molto intuitiva. Si lascia sempre guidare dall'istinto; dobbiamo solo imparara fidarci dei nostri istinti e del nostro sesto senso.»

«La donna deve solo entrare in contatto con l'acqua e con la terra: l'acqua le da questa capacità di intuito e la terra le insegna

a essere istintiva. 

Noi curanderas ci possiamo riconoscere semplicemente guardandoci, senza dire una parola. Questo

perchè noi non entriamo in contatto solo attraverso le cose, ma principalmente attraverso la dimensione del tempo. 

Per questo dico che quando una donna decide di essere curandera, deve passare attraverso l'esperienza della morte, che

permea la sua salute fisica e tutto il suo essere.

Solo così comprende che il potere della natura è incarnato in lei.»

«Quando una donna vuole, può»; specialmente se non ha paura.

Maura non aveva alcuna paura degli animali. Ho constatato che le donne di solito si spaventano molto nel vedere un topolino,non lei. 

Era una donna capace di tenere tranquillamente tra e mani un serpente o uno scorpione.


Solo la donna può redimere questa umanità, perchè le sue basi sono nella terra; è dolce e generosa come la natura ed è la

guardiana della vita e la maestra dell'amore.

 Noi curandere viviamo con la terra, ecco perchè la nostra strada è quella della terra.

Questa è la prima via che ogni donna deve percorrere.

La seconda e quella dell'acqua, con cui impara a manipolare un elemento che le permette di creare, sognare

e rendere tutto possibile».

«La donna sa che gli alberi parlano; il vento e le rocce parlano fra loro e parleranno anche a te, se li ascolterai.

La donna parla col mondo interiore. Una donna incinta può parlare col figlio che porta in grembo, con quella vita

che palpita dentro di lei.

La donna è anche capace di farsi canale dello Spirito, permettendo all'uomo di elevarsi sino all'Essere Divino.

Può fare molto, al giorno d'oggi, se lo desidera.

Ma alle volte la donna non vuole, oppure ha dimenticato il potere che la Pachamama le ha affidato».

«Condurre l'intera umanità con amore» rispose.

«Fare di ciascun figlio un uomo saggio, prudente e amoroso con tutti gli esseri che lo circondano.»

«Adesso abbiamo un problema ecologico e umano molto grave: il pericolo che l'attuale umanità si estingua.

Cosa può fare una donna in questo caso?»

«Unirsi a tutte le altre nell'amore, volere fortemente che si arresti questa distruzione e pregare ogni giorno per la pace

sulla terra.»

Credi che la donna sia schiava del focolare?» chiesi.

«No» mi rispose. «La donna è libera in casa; può fare ciò che vuole e può esprimere tutta la sua creatività. Può fare in

modo che la casa sostituisca il mondo, ma è ben chiaro che

il mondo non potrà mai essere sostituito dalla casa preparata dalla donna. In casa, la donna fa una rappresentazione

del grande mondo esterno, creando all'interno un piccolo mondo

E’ la regina. E’ il pilastro del luogo dove nascono, crescono e muoiono intere generazioni che passano attraverso la

porta di casa. Se lei deve lavorare fuori casa, che c'è di male?

I motivi per cui vuole farlo possono essere diversi; o perchè e molto povera e ha bisogno di lavorare, oppure perché vive sola o non ha figli.

La donna può e deve lavorare una parte del tempo fuori sa, senza per questo rinunciare né alla casa ne alla maternità,

che è uno dei ruoli fondamentali che la Pachamama le ha affidato: essere l'architetto della società e la guida dell’umanità.»

«La donna è valorosa ma, se vuole, può essere più feroce dell'uomo, come nei casi in cui deve difendere la prole o quando vuole vendicarsi.

Con la stessa intensità sa perdonare, amare profondamente e sacrificarsi per amore».

Nel periodo inca la donna non lavorava soltanto in casa, ma il suo primo dovere era prendersi cura del focolare e dei

figli: ciononostante, nelle Ande vivevano donne guerriere il

cui compito era ristabilire l'armonia e l'equilibrio tra i popoli.

Anche in tanti altri luoghi del Sud America esistevano donne guerriere. A Cajchiri, Pausa e in altri posti, si raccontavano

storie di comunità segrete dove le donne vivevano e si difendevano da sole. In quella solitudine, meditavano, digiunavano,

si purificavano e si dedicavano a loro stesse, così da essere forti e orgogliose di essere donne. 

Molte di loro avevano scelto luoghi speciali in cui vivere, per andare alla ricerca di se stesse e difendevano, se necessario con le armi , quel raccoglimento e quella intimità. Furono alcune di quelle donne, forse, che gli invasori spagnoli incontrarono, quando arrivarono in Sud America, e che chiamarono "Amazzoni".

Gli insegnamenti di Maura sono scolpiti nel profondo de! mio essere: da lei ho imparato ciò che può fare una donnase lo desideraNon so cosa ne è stato di lei, né cosa avrà passato durante e gli anni di terrore che ha vissuto la regione di Ayacucho; né se è morta. 

So soltanto che ho conosciuto una vera donna. (Negli occhi dello sciamano - Hernan Huarache Mamani )




~ Lei vuole sentire l'ondulazione delle tue labbra nella corrente, come i torrenti del fiume tra le cosce.

~ Lei vuole sentire il seno nudo leccato dal calore del sole.

~ Lei vuole sentire il flusso del tuo miele come tua offerta, i luoghi sacri sono adorati, apriti all'amore.

~ Lei vuole che tu ti senta sicura e ti arrenda, per scoprire che la resistenza appartiene al passato, così come la celebrazione del troppo celebrare.

Il tuo piacere è la sua porta.

Sì, l'erotismo è stato maltrattato, commercializzato, schiavizzato, demonizzato e frainteso. C'è una collettiva grande da guarire. 

Sì, c'è molto lavoro da fare per recuperare il suo senso sacro. Forse l'hai imprigionato, rinunciando a questo aspetto di te, o pensi che non può essere salvato e recuperato questo tuo volto di dea.

Sì, è possibile,salvarlo, iniziare da capo, perdonare, sciogliere la vergogna, guarire le ferite, fare nuove promesse, e stabile confini sani in suo onore. 
La tua Shakti , Non è morta. Sta solo dormendo.

Lei può essere fatta rivivere. Lo vedo accadere ogni giorno.

Lei vuole che tu sappia:

"Cara sorella, il momento del risveglio è alle porte. Non hai bisogno di agire come un uomo. E' importante che tu "usi" il tuo potere femminile : conosci te stessa con cuore aperto e "feroce" nel tuo amore; assolutamente collegata alla tua essenza sensuale. Troverai tutte le energie per scoprire la tua energia orgasmica, la tua forza vitale Shakti. Coltiva il tuo splendore e inizia ad attirare a te senza sforzo ciò che desideri. Smetti di cercare alternative e guarda al tuo corpo e ai suoi portali sacri. Ti aspetto."

Lisa Schrader

 
"Manca solo una prova affinché tu possa accedere all' Iniziazione dell'Equinozio di Primavera...Se non riuscissi a superarla,non preoccuparti...nel tuo futuro ci sono molti Equinozi,e un giorno verrai iniziata.Finora hai operato utilizzando il tuo lato maschile:la conoscenza. Adesso tu sai,e sei in grado di capire ogni particolare de tuo sapere,tuttavia non hai ancora sperimentato-neppure episodicamente-la grande forza femminile,una delle energie più importanti della trasformazione. E senza la trasformazione,la conoscenza non può dirsi sapienza.“Questa forza è sempre stata rappresentata dal Potere di Maledizione delle streghe-e delle donne in generale. E qualcosa di noto a tutti coloro che vivono su questo pianeta. Gli esseri umani sanno che le donne sono le grandi custodi dei loro segreti. Poiché eravamo in grado di padroneggiare una forza tremenda,fummo condannate a vagare in un mondo pericoloso e ostile-in alcuni luoghi,essa venne bandita come un abominio. Chi ha a che fare con quella potestà,magari inconsciamente,vi rimane legato per il resto dell'esistenza. Può esserne signore o schiavo,può trasformarla in un'energia magica,oppure impiegarla sino alla fine dei suoi giorni senza rendersi conto del suo immenso potere. Questa forza permea tutto ciò che ci circonda:alligna nel mondo visibile degli uomini e nel mondo invisibile dei mistici. Può essere massacrata,umiliata,nascosta o addirittura negata. Può rimanere sopita per lunghi anni ,può essere abbandonata in qualsiasi posto,può essere trattata dagli umani in innumerevoli modi,tranne uno:quello di rinnegarla- poiché dopo averla conosciuta,sarà pressoché impossibile dimenticarla in ogni momento del proprio futuro.”

“Ma di che forza si tratta?”

“Non continuare a pormi domande sciocche,”rispose Wicca.”So perfettamente che la conosci.”

Era così:Brida la conosceva.

Era il sesso....quando gli uomini erano vicini a Dio,il sesso rappresentava la comunione simbolica con l'Essenza Divina. Era la riscoperta del senso della vita.”....”Perché coloro che cercano Dio rifuggono il sesso?”“Quanto parlo della forza,non mi riferisco soltanto all'atto sessuale. Alcune persone si servono di essa senza usarla realmente.Tutto dipende dal cammino scelto."Conosco questa forza,”disse Brida.”E so come utilizzarla.”“Forse saprai affrontare il sesso in un letto.Ma questo non significa conoscerne la forza.Sia l'uomo che la donna risultano vulnerabili dal potere del sesso ,perché il piacere e la paura hanno la medesima importanza in quell'ambito”.“Perché chi si rapporta con il sesso è conscio di trovarsi di fronte a qualcosa che manifesta tutta la propria intensità soltanto quando si perde il controllo.Quando siamo a letto con qualcuno,accordiamo al nostro partner il permesso di comunicare non solo con il nostro corpo,ma anche con la nostra personalità.“Non importa l'immagine che abbiamo di noi. Sono ininfluenti i travestimenti,le risposte pronte,le ritirate onorevoli.Nel sesso,è difficile ingannare l'altro- perché in quei momenti ciascuno si mostra com'è realmente....." (Brida-Paulo Coelho)

 
....Wicca parlava come se fosse una profonda conoscitrice di quella forza.
I suoi occhi brillavano, e la sua voce tradiva un certo orgoglio. Forse era quella potestà che le consentiva di essere così attraente.
Era bello apprendere con lei: un giorno, Brida sarebbe riuscita a scoprire il segreto del suo fascino.
"Perché l' Iniziazione possa aver luogo, devi possedere questa forza.
Il resto-il sesso delle streghe- appartiene ai Grandi Misteri, che ti saranno svelati dopo la cerimonia."
"Come posso procurarmela?"
"Il metodo è assai semplice - e, come tutte le cose semplici, i risultati si rivelano più inesplicabili dei complessi rituali che ti ho insegnato finora.
Wicca si avvicinò a Brida, la prese per le spalle e la guardò intensamente negli occhi.
"Il metodo è questo: durante l'amplesso, utilizza i tuoi cinque sensi.
Se raggiungeranno insieme l'orgasmo, potrai accedere all'Iniziazione...(Brida-Paulo Coelho)


"Sono libera". E sono orgogliosa del mio corpo, giacché esso è la manifestazione di Dio nel mondo visibile".
Il calore del falò era insopportabile.
La realtà quotidiana le appariva lontana: non voleva preoccuparsi di cose superficiali.
Si sentiva viva, il sangue le scorreva nelle vene, si era consegnata totalmente alla sua ricerca.
Per Brida, danzare intorno al falò non era un'esperienza nuova: quei battiti di mani, quella musica e quel ritmo risvegliavano ricordi di epoche in cui era una Maestra della Sapienza del Tempo.
Non era sola, no, perché quella festa rappresentava la riproposizione di un incontro: era un incontro con se stessa e con la Tradizione che aveva praticato per molte vite.
Avvertì un profondo rispetto per la sua persona.
Ora era di nuovo in un corpo - un bel corpo.
Per milioni di anni, aveva lottato per sopravvivere in un mondo ostile: aveva abitato il mare, nuotato verso una riva, strisciato sulla terra, scalato gli alberi, camminato su quattro zampe - e adesso procedeva orgogliosamente con due piedi saldi sul terreno.
Ma non esistevano corpi belli o corpi brutti, giacché tutti avevano compiuto il medesimo percorso, tutti erano una parte visibile dell'anima che vi dimorava.
Lei era orgogliosa - profondamente orgogliosa - del proprio corpo.
Si tolse la blusa.
Non portava reggiseno - ma ciò era ininfluente.
Brida era fiera delle sue carni, e nessuno avrebbe potuto biasimarla per quell'azione: anche se avesse avuto settant'anni, si sarebbe mostrata orgogliosa del suo corpo, giacché  era  attraverso di esso che l'anima poteva compiere le proprie opere.
Le altre donne intorno al falò si comportarono in modo identico -  neppure questo aveva una qualche importanza .
Si slacciò la cintura, e la veste scivolò sul suolo -e rimase completamente nuda.
In quel momento, provò la più appagante sensazione di libertà della sua vita: quel gesto non aveva alcuna motivazione.
L'aveva fatto perché la nudità era l'unico modo per dimostrare che la sua anima era libera in quel momento.
Non importa che fossero presenti altre persone, vestite, e che la guardassero - desiderava soltanto che quegli individui percepissero attraverso i propri corpi le sensazioni che pervadevano ogni fibra della sua persona.
Poteva danzare liberamente, poiché niente la ostacolava nei movimenti.
Ogni atomo del suo corpo entrava in contatto con l'aria - un'entità davvero generosa, visto che le portava segreti e profumi lontani, cose e misteri che la sfioravano dalla testa ai piedi.


 
 
 
Pagina creata da "Il Tempio di Sophia Luna" nell'anno 2013
 
Comments