L'autentica moralità delle streghe

 
 
 
La vera ragione per cui le streghe non fanno e non dovrebbero mai fare del male con la loro magia nè dovrebbero usare la magia per dominare gli altri è che sperimentano la divinità immanente.
Attraverso le pratiche wicca imparerete a entrare in comunione con il Divino, e questo vi trasformerà così profondamente che non vi salterà mai in mente di fare del male in qualunque modo.
Perchè ora sapete che il mondo in cui vivete è sacro e divino.
Il nostro comportamento, la nostra magia e la nostra etica nascono dalla rivelazione che il Divino esiste dentro di noi, negli altri e nel mondo.
Questo fa parte dell'esperienza mistica dell'Unità, perchè ogni cosa è parte ed espressione della Divinità.
Ogni cosa è sacra, e tutto ciò che è sacro deve essere trattatto come tale.
L'esperienza della Divinità cambia tutto: la vostra percezione di voi stessi e di ciò che vi circonda.
E cambia il rapporto con il mondo: la vostra condotta è guidata non dalla paura della punizione ma dal rispetto, dalla comprensione ma soprattutto dalla reverenza verso l'intrinseca divinità del mondo.
Così la generosità e la compassione fluiscono in modo naturale, come il sole nasce al mattino e tramonta alla sera.
Vivete in uno stato di grazia. E proprio come la nostra magia fluisce dalla connessione con il Divino, la nostra etica fluisce da questo stato di grazia.
Non abbiamo bisogno di regolamenti, per conoscere la differenza tra giusto e sbagliato, perchè "vivere un sano rapporto", come dicono i nativi americani e i buddhisti, è naturale.
La magia non è qualcosa che facciamo per manipolare o controllare l'Universo.
E' comunicazione, cocreazione, è portare il nostro potere sacro alla massima espressione.
La magia quando è fatta nel modo giusto, vi permette di allinearvi con i poteri dell'universo spirituale.
L'energia con cui fate magia è sacra e così il come e il perchè fate magia diventa a sua volta sacro.
E questa esperienza personale e universale della divinità immanente quale sorgente dell'etica è l'autentica spiegazione di "fa ciò che vuoi, ma non fare del male a nessuno".
Le streghe non fanno del male a nessuno non perchè abbiamo paura della Legge del Tre, ma perchè ogni cosa è sacra.
 
Affrontare le negatività
 
Dal momento che vivete in un mondo sacro e siete aspiranti streghe, quando vi trovate a confrontarvi con la negatività o con un comportamento distruttivo e crudele, l'impulso non dev'essere quello di rispondere con una negatività più grande, con una distruttività maggiore, con più crudeltà.
Potete arrabbiarvi o sentirvi feriti; siamo esseri umani, dopotutto.
Ma non dovete agire spinti dalla rabbia, dal dolore o dall'impulso a nuocere o vendicarsi.
Le vostre azioni devono essere guidate dalla consapevolezza del Divino che è sempre presente e dovreste cercare invece di armonizzare ciò che ha perso la sintonia con questa sacra realtà.
Le streghe imparano a fare magia per guarire quando c'è una ferita, per dare amore quando c'è odio, per offrire compassione quando c'è crudeltà, per rispondere a ciò che è sbagliato con ciò che è giusto.
Quindi facciamo magia per ritrovare l'equilibrio, per trasformare l'energia negativa in energia positiva.
Trasformare le sfide in forza e il negativo in positivo può essere una delle più grandi sfide della vostra vita, ma anche uno dei più grandi doni spirituali che si possano ricevere.
Ogni negativo rivela un positivo: la rabbia mostra il bisogno d'amore, la guerra il bisogno di pace, il dolore il bisogno di guarigione.
 
Comments