La Dea

 
 
Ogni donna che incontrate è la Dea.
Se siete donne, guardatevi allo specchio e la vedrete. Se siete uomini, guardate nel vostro cuore e la troverete, perchè Lei è in ciascuno di noi.
Uscite di casa una notte a osservare il cielo stellato e vedrete la Dea, perchè il firmamento è il grembo della Creazione.
La Dea è l'infinito potenziale da cui nasce ogni realtà. E' la forza vitale che dà alla luce le galassie e le stelle, e noi esseri umani siamo fatti della stessa materia di cui sono composte le stelle.
E' il tessuto di tutto ciò che esiste, il "campo energetico quantico" e tutto ciò che esso contiene.
Diversamente dal modello del Dio trascendente delle tradizioni bibliche, la Dea dimora nel mondo, è il mondo in tutte le sue forme ed espressioni.
Non dovete "credere in Lei", perchè la sperimentate ogni istante in ogni luogo.
La Dea è visibile nel ritmo che regola il corpo femminile, nella sua capacità di dare alla vita, e nella capacità dell'uomo di creare, amare e dare nutrimento.
La Luna è il volto scintillante della Dea, l'oceano è il suo grembo, la Terra il corpo, l'Universo lo Spirito Infinito.
Ha infiniti nomi, volti, poteri e doni, ed è con noi fin dall'inizio della cultura umana, in ogni epoca e in ogni angolo del mondo.
Vi attende a braccia aperte, circondandovi con infinito amore e ispirando ogni vostro atto.
Uscite di casa, camminate in mezzo alla Natura, e sentirete la sua presenza.
Entrate nella vostra anima e vi troverete nel suo tempio.
La Dea vive nel vostro cuore. Quando parlate col cuore, parlate a lei e per suo tramite,e nutrite la sua presenza e la vostra relazione con lei.
 
La Dea si rivela in un'infinità di forme e aspetti, in una molteplicità di dee, come Diana, Brigid, Kali, Yemanjà, La Donna Ragno, Kuan Yin e persino Maria, solo per nominarne qualcuna.
Proprio come noi, è una goccia d'acqua nell'infinito oceano della vita, e ogni dea è parte integrante della Dea infinita.
La Grande Dea contiene tutti gli aspetti dell'essere, e così ci sono dee della maternità e della guerra, della caccia e degli animali, della sessualità e della verginità, dell'estasi e della civilizzazione, della creazione e della distruzione, oltre a molte altre ancora.
Questa immensa varietà di possibilità e di capacità è una delle benedizioni più grandi della Dea, soprattutto per le donne.
Ed è anche fondamentale per rompere il vecchio schema di ciò che è femminile e ciò che è maschile.
Anticamente le dee ricoprivano anche i ruoli che la cultura occidentale ha relegato nel regno del maschile: erano guerriere, cacciatrici, filosofe, maghe e fondatrici di civiltà.
Ed è importante sottolineare il fatto che sppesso una dea rappresentava realtà opposte tra loro, come la greca Artemide, che protegge le donne durante il parto ma allo stesso tempo è vergine, la celtica Maeve, una feroce guerriera ma signora della sessualità.
Queste dee ci insegnano quanto noi donne possiamo essere complicate: possiamo essere aggressive senza smettere di essere sensuali, materne senza perdere per questo la nostra allegra "Fanciulla interiore" o la nostra natura guerriera.
E così la Dea, nelle sue molte forme ci mostra come andare oltre ogni dualità e limitazione.
Per alcune streghe, più che un'unica Dea dai molti aspetti, esistono semplicemente molte dee.
La Dea è allo stesso tempo una e tante, e le streghe rispettano entrambe queste realtà.
Noi streghe, donne e uomini, sperimentiamo la Dea dentro di noi e nel mondo che ci circonda.
La Dea è reale quanto l'aria che respiriamo perchè è l'aria che respiriamo, l'acqua che beviamo, la terra che ci nutre.
Lei è tutto questo e molto di più.
 
La Dea come creatrice attiva
 
L'influenza del pensiero patriarcale nella nostra cultura è così forse che persino le streghe possono pensare che la Dea sia la controparte materna di un Dio Padre, una forza passiva e inerte piuttosto che attiva e creativa.
Credo sia utile ricordare la concezione induista della Dea quale principio divino che ci circonda, seduce, provoca e attiva l'energia del Dio.
Contrariamente alla visione occidentale, nell'induismo è la forza maschile a essere immobile e passiva.
La Dea è l'iniziatrice(anche erotica) della creatività, senza la quale il Dio non può agire.
Nell'induismo, la Dea Maya è la fonte di tutto ciò che esiste e rappresenta il principio creativo e attivo dell'Universo, il movimento costante dell'energia subatomica.
Maya viene spesso definita il "velo dell' illusione" perchè ciò che noi vediamo è la sua creazione, ma dietro di essa c'è anche un'incredibile forza.
Quando fate magia, la Dea è la vostra compagna.
Invocatela in uno qualsiasi dei suoi aspetti per farvi aiutare, guidare e ispirare.
Particolarmente potente è il suo aspetto di Dea della magia e della trasformazione.
Tra queste dee ci sono Ecate, Cerridwen, Fata Morgana, Maya, Devi, Tara, Diana e sua figlia Aradia.
 
Gli uomini e la Dea
 
Per gli uomini la Dea significa cura, ispirazione creativa e amore.
Ma è in grado di offrire loro molte altre benedizioni.
Proprio come la Dea donna alle donne preziose qualità che sono state loro lungamente negate, ripristina aspetti dell'umanità e della divinità negli uomini, che sono stati sacrificati in nome di una concezione malsana e squilibrata della virilità.
Forse una delle più grandi benedizioni della Dea è "l'acqua della vita": la fonte delle emozioni, il Santo Graal così a lungo negato agli uomini.
Alla terra desolata dalla soppressione delle emozioni, la Dea offre la guarigione, la libertà, il vigore e il potere che ritroverete riconnettendovi con i vostri sentimenti.
La Dea offre anche una sessualità e un erotismo che partecipano nel mondo dei sentimenti, invece di essere isolati e oggettificati in parti del corpo, riviste, film porno, avventure di una notte e club di strip tease.
La Dea è una musa per la creatività dell'uomo e ispira la cultura, onorando la vostra capacità di sentire profondamente invece di chiedervi di reprimere i sentimenti.
Gli uomini hanno a lungo negato la Dea, perchè è stato insegnato loro a temere le emozioni quali forze irrazionali e limitanti.
Agli uomini è stato insegnato a temere le donne, la loro sessualità, il loro potere di dare la vita, il mistero del ciclo mestruale, il loro intuito e le forti emozioni.
La Dea mette alla prova un uomo e lo ricompensa con doni che vanno oltre ogni immaginazione.
Ella fornisce agli uomini l'opportunità di affrontare le loro paure e di trasformarle.
Il vostro viaggio alla scoperta della Dea sarà più facile se passerete più tempo nella Natura, perchè Colei che state cercando vi circonda, e dimora dentro di voi.
Cercarla dentro di sè può essere molto difficile, per un uomo, perchè fin da piccolo gli viene insegnato ad allontanarsi dai propri sentimenti, però occorre seguirli così da potervi accompagnare nel bosco sacro del vostro cuore in cui dimora la Dea.
Pagine secondarie (1): Le istruzioni sacre della Dea
Comments