La Natura crea le sue streghe

 
 
 
Danzare attorno ad un enorme falò mentre migliaia di scintille salgono verso il cielo stellato, restare seduti in silenzio sotto una brillante luna piena, lasciarsi cullare dall'acqua dell'oceano, suonare i tamburi all'interno di una caverna scura e misteriosa sono solo alcune delle esperienze magiche in grado di cambiare la vostra vita per sempre, che ci relaziona in modo indelebile alla Natura.
Entrare in contatto con la Natura ci unisce al Sacro che dimora nel mondo attorno a noi.
E' una forza vitale che si può usare per diventare streghe.
 
La Natura è l'incarnazione del Divino, quindi è la nostra maggiore maestra spirituale.
Quando lo studente è pronto, il maestro appare.
 
I praticanti delle religioni basate sul culto della Terra, sono "studenti" della saggezza della Natura, e la "Maestra" è sempre disponibile.
Quando ci si avvicina ad Essa occorre essere aperti, ricettivi, attenti, rispettosi e grati.
Un tempo la gente viveva a stretto contatto con la Natura e riconosceva la sacralità del mondo naturale, però oggi purtroppo questa connessione è molto debole e quindi occorre impegnarci per ristabilirla.
Secondo una vecchia definizione, la strega era qualcuno che lavorava con forze invisibili, occulte.
In un certo senso è vero, ma se non potete vedere le onde di energia che animano le particelle subatomiche, potete vedere l'espressione fisica di quell'energia.
Così quando vedete la terra in tutta la sua splendida perfezione, in realtà state guardando l'espressione materiale di una divinità interiore.
Ecco una nuova definizione di strega:
 
Una strega è qualcuno che è consapevole della Presenza Divina in ogni cosa.
 
E se siete alla ricerca del Sacro, potrete trovarne in abbondanza nella Natura.
Essa rende il Divino tangibile.
E' l'abito della Dea per rendersi visibile, la danza che il Dio danza per esprimere la sua gioia.
E' l'incarnazione della Divinità vivente.
 
Di solito, quando si fa magia, ci immaginiamo l'aria, l'acqua, il Sole e la Terra, ma la magia stessa non può essere soltanto concepita con la fantasia: dev'essere anche sentita e vissuta fisicamente.
Non si ha bisogno di immaginare la Divinità se ci si trova in una foresta, in un campo di grano dorato, se state ballando nudi sotto la luna piena.
Potete sentirla con ogni fibra del vostro essere.
Quindi tutte le volte che vi sia possibile, occorre eseguire i rituali e gli esercizi magici all'aperto; aprite un Cerchio alla luce della Luna, meditate nella radura di un bosco e purificatevi in mare.
La Natura è magia perchè è il corpo della Divinità, e la magia della Natura non dev'essere immaginata, ma semplicemente vissuta.
 
Passare del tempo a contatto con Madre Natura è importante per il ritmo spirituale della vita.
Gli animali, le piante e la terra stessa sono voci del Divino che cantano per voi: infatti il termine incantesimo significa proprio canto.
Il mondo è un luogo incantato, ed è tempo di riscoprirlo.
Facciamo in modo che la Natura stessa ci plasmi come "donne della saggezza della terra".
 
Comments