Racconto

Ringrazio Spirito d'Aquila per la gentile concessione del suo breve racconto.

Capitolo I

Come un naufrago senza meta mi aggiravo per terre sconosciute,
Vana era la speranza di trovar conforto per le membra e lo spirito. 
La vegetazione si stendeva a perdita d'occhio e non vi era nulla che potesse ridestare le forze di un uomo stanco.
Passo dopo passo il respiro si appesantiva e quando la speranza iniziava a sfuggire come un soffio di brezza tra le mani,  osservai attraverso rigogliosi arbusti una figura leggera che danzava. 
Aveva le sembianze di una donna. I suoi lineamenti, giovani e luminosi. 
Un lungo vestito bianco lasciava scoperte le braccia e le caviglie e riccioli scuri scivolavano sulle sue spalle. 
Il Sole iniziava a nascondersi dietro le vette colorando il cielo e le nuvole di rosso e di arancio mentre il lago rifletteva sui nostri volti i suoi ultimi raggi. 
Guardai a lungo quella donna che non curante della mia presenza continuava a danzare verso la stella morente e quando questa si eclissò del tutto, con un cenno della mano mi invitò ad avvicinarmi. 
Incredulo davanti a tanta bellezza sentì improvvisamente un brivido nel corpo e nuova linfa nelle vene. La stanchezza come per incanto svanì e quasi con  timore mossi i primi passi verso quella  creatura. 
La penombra del tramonto non mi permetteva di distinguere i lineamenti del suo viso ma quando fui poco distante da lei uno  strano bagliore, come il  riverbero della Luna sulla superficie dell'acqua, illuminò il suo volto mostrandomi gli occhi scuri della dolce fanciulla. 
Le sue labbra non  si schiusero ma in  qualche modo le  mie orecchie udirono un canto soave, parole d'amore che raggiunsero le profondità del mio cuore liberando l'anima in un volo senza tempo.
Mi parve di conoscere da sempre quella donna, sentii di  potermi fidare di  lei, così posi le  mie mani tra le sue e chiusi gli occhi. Mi trovai immerso in  una visione, più simile ad un  ricordo, ad un'esperienza già vissuta ed un  senso di pace pervase il  mio cuore. Mi  ritrovai a viaggiare nel  tempo....
Comments